Il Cinema America per una sera arriva al Liceo Benedetto Croce

Il 25 novembre l'istituto di Colli Aniene ospita l'anteprima nazionale del film "La Felicità è un sistema complesso". Sarà presente Valerio Mastandrea
Redazione - 17 Novembre 2015

“Il 25 novembre il IV Municipio accoglie con piacere l’iniziativa del Cinema America che proietterà, in anteprima nazionale, il film “La Felicità è un sistema complesso” di Gianni Zanasi, con Valerio Mastandrea. Cinema per una notte sarà la palestra del Liceo Benedetto Croce a Colli Aniene, occasione importante per il nostro territorio e che offre l’opportunità di avere presenti sia il regista sia l’attore.

Per noi rappresenta anche un momento di riflessione – dichiara Emiliano Sciascia, Presidente del Municipio IV – sullo stato del nostro territorio, la cui carenza di sale cinematografiche è ormai atavica, nonostante anche i nostri tentativi di sensibilizzare tutte le istituzioni locali, da comune a regione.

L’appuntamento è per le 20.30 in via Bardanzellu 7 ed è stato organizzato con la collaborazione della BIM distribuzione.
Viene consigliato di arrivare anche prima delle 20.30 e non è possibile prenotarsi.

La felicita e un sistema complesso

“Abbiamo deciso di riportare il cinema nella periferia di Roma e di attivare in termini culturali questo spazio, normalmente utilizzato per le discipline scolastiche sportive, aprendolo al territorio la sera per dimostrare che un’altra città è possibile, ma anche per denunciare l’assenza di percorsi formativi nelle scuole riguardanti l’audiovisivo – dichiara l’associazione Piccolo America – in questo periodo storico e politico così avvilente, non possiamo che essere noi giovani a farci carico delle sorti dei nostri territori, scuole, periferie, politiche giovanili e culturali di fatto le istituzioni hanno fallito, hanno perso il rapporto con i cittadini e la città, ora possono solamente guardare ed ascoltare chi si muove ed illumina la metropoli autonomamente.”

sciascia“Purtroppo, ormai da anni, il Municipio non ha più una sala cinematografica (l’unica rimasta è a luce rosse) così come non abbiamo nemmeno un teatro pubblico, quindi, la proiezione di questo film serve anche a ricordare la necessità fondamentale di reinvestire in cultura a cominciare proprio dalle zone più periferiche della città.
Valerio Carocci AmericaHo accettato con molto piacere l’invito a partecipare alla serata, anche per “riabbracciare” un nostro concittadino che “ritorna” nel suo Municipio e che è uno degli animatori del Cinema America, ovvero Valerio Carocci.

Ringrazio – conclude Sciascia – infine la preside del “Benedetto Croce”, Emilia D’Aponte, per la rinnovata disponibilità ad accogliere le esigenze di questo territorio, aprendo gli spazi pubblici alla cultura ed all’arte.”

“Ho accettato con entusiasmo la proposta dei ragazzi del Piccolo America – commenta la preside dell’I.I.S Croce – Aleramo, Emilia D’Aponte – perché incontra pienamente le esigenze formative ed educative dell’Istituto di Istruzione Superiore Croce-Aleramo.
Per una sera la sede del Liceo sarà la luce del quartiere, una luce accesa da giovani per i giovani. Auspico che non resti un’esperienza unica e ringrazio i ragazzi per averci dato quest’opportunità”.

“Non crediamo che si possa più parlare di “periferia” dal punto di vista geografico – dichiara ancora il Piccolo America – purtroppo Roma, dal centro al raccordo, è diventata un’unica periferia culturale. Da Trastevere a Colli Aniene e Casal Palocco, i ragazzi non trovano più un rapporto ed un collegamento con gli spazi culturali e sociali, sono stati abbandonati allo svago sfrenato ed alla movida violenta, ma la soluzione è semplicissima: bisogna renderli protagonisti dell’offerta culturale e non semplicemente fruitori. Con questa serata vogliamo dimostrare che vivere il proprio quartiere e la città deve necessariamente significare anche questo, è un invito a riappropriarsi degli spazi e rigenerarli, come del resto abbiamo fatto con il Cinema America”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti