Il Cinema in Piazza. Il programma dal 27 agosto al 2 settembre

Inizio proiezioni ore 21.15 - Ingresso gratuito al Porto Turistico di Roma a Ostia (Terrazza C Lungomare Duca degli Abruzzi)
Redazione - 26 Agosto 2018

Ecco il programma dal 27 agosto al 2 settembre della Rassegna Il Cinema in Piazza. Inizio proiezioni ore 21.15 – Ingresso gratuito al Porto Turistico di Roma a Ostia (Terrazza C Lungomare Duca degli Abruzzi).

Proiezioni in lingua italiana

Lunedì 27 agosto

VELOCE COME IL VENTO di Matteo Rovere (2016, 119 min)

La passione per i motori scorre da sempre nelle vene di Giulia che si trova a dover affrontare da sola la pista e la vita con il ritorno inaspettato del fratello Loris, ex pilota ormai totalmente inaffidabile, ma dotato di uno straordinario sesto senso per la guida. Saranno obbligati a lavorare insieme, in un susseguirsi di adrenalina ed emozioni che gli farà scoprire quanto sia difficile e importante provare ad essere una famiglia.

 

Martedì 28 agosto

MOMO ALLA CONQUISTA DEL TEMPO di Enzo D’Alò (2001, 80 min)

Adotta Abitare A

Momo è una bambina molto speciale: se guarda qualcuno dritto negli occhi, questi è obbligato a dire la verità. Con l’aiuto di Cassiopea, una vecchissima tartaruga veggente, e del maestro Hora, Momo riuscirà a sventare i loschi piani dei Signori Grigi, che con la scusa di vendere enciclopedie e polizze assicurative corrompono gli uomini e fumano il loro tempo.

 

Mercoledì 29 agosto

GOMORRA di Matteo Garrone (2008, 137 min)

Dal romanzo di Roberto Saviano, ritratto della camorra e della criminalità campana. Potere, soldi e sangue sono i “valori” con i quali gli abitanti della provincia di Caserta, tra Aversa e Casal di Principe devono scontrarsi ogni giorno. Quasi sempre si può solo obbedire alle regole del Sistema e solo i più fortunati possono pensare di condurre una vita “normale”.

 

Giovedì 30 agosto

UCCELLACCI E UCCELLINI di Pier Paolo Pasolini (1966, 85 min)

Totò e Ninetto, padre e figlio, si mettono in cammino per andare a chiedere l’affitto a una famiglia nullatenente. Durante la marcia incontrano un vecchio e saccente corvo che espone ai due uomini le sue considerazioni filosofiche in chiave marxista. Il corvo sembra convincere il suo pubblico con la saggezza delle sue parole, ma appena si presenta il problema della fame, gli “irragionevoli” umani gli tirano il collo e se lo mangiano.

 

 

Venerdì 31 agosto

LA CITTÀ INCANTATA di Hayao Miyazaki (2001, 125 min)

Chihiro e i suoi genitori stanno traslocando, quando si perdono addentrandosi in quello che sembra un parco divertimenti abbandonato in cui trovano una città di soli locali e ristoranti. Gli adulti si siedono, mentre Chihiro esplora la zona. Al suo ritorno scopre che i genitori si sono trasformati in maiali e la piena del fiume li blocca in quella città.

 

Sabato 1 settembre

CAST e TROUPE presentano NON ESSERE CATTIVO di Claudio Caligari (2015, 100 min)

Ostia, 1995. Vittorio e Cesare hanno poco più di vent’anni, sono amici da sempre e “fratelli di vita” tra notti in discoteca, macchine potenti, alcool, droghe. Vittorio inizia a desiderare una vita diversa e prende le distanze da Cesare. Si ritrovano qualche tempo dopo e Vittorio cerca di coinvolgere l’amico nel lavoro da operaio; Cesare accetta, sembra intenzionato a cambiare vita ma ancora una volta il richiamo della strada avrà la meglio.

Alla presentazione del film parteciperanno: gli attori protagonisti Alessandro Borghi, Luca Marinelli, Roberta Mattei e Valentino Campitelli, gli sceneggiatori Giordano Meacci e Francesca Serafini, il DOP Maurizio Calvesi e altri in attesa di conferma.

 

Domenica 2 settembre

LA LA LAND di Damien Chazelle (2016, 128 min)

Nel musical di Chazelle, Mia è un’aspirante attrice che, tra un provino e l’altro, serve cappuccini alle star del cinema. Sebastian è un musicista jazz che sbarca il lunario suonando nei piano bar. Tra i due esplode una travolgente passione, ma quando iniziano ad arrivare i primi successi, i due si dovranno confrontare con delle scelte che metteranno in discussione il loro rapporto.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti