Il Presidente rumeno Basescu visita il campo di via Candoni

Il Presidente del Municipio Gianni Paris: "Questa visita ci riempie di orgoglio. Il Campo è un modello di integrazione"
riceviamo e pubblichiamo - 31 Luglio 2008

Il 31 luglio il Presidente rumeno Traian Basescu ha fatto visita al campo rom di via Candoni, nella zona della Magliana vecchia.

"Questa visita ci riempie di orgoglio – dichiara il presidente del XV Municipio, Gianni Paris – Lo stesso Presidente Basescu ha riconosciuto nel corso della sua visita i meriti di un campo organizzato e ben funzionante. Non è un risultato casuale, ma il frutto di un lavoro che viene portato avanti da anni. Il progetto di scolarizzazione dei bambini – prosegue Paris – seguito dal dipartimento comunale, è a buon punto, il progetto di assistenza socio-sanitaria voluto e finanziato dal Municipio da tre anni ha permesso al 100% dei bambini di essere vaccinati, oltre che di avere un medico presente nel campo per tre giorni nella settimana. Il Municipio è stato promotore della firma di un patto di regole di comportamento tra le due diverse etnie presenti a via Candoni, quella rumena (la più numerosa) e quella bosniaca. Il patto funziona, nel campo ci sono regole precise che i capi della comunità sanno far rispettare.
Questa è la dimostrazione – conclude – di come un lavoro che promuova l’integrazione, sempre nella certezza delle regole, funzioni più di norme ad effetto che colpiscono indiscriminatamente anche persone ben integrate e volenterose di farlo”.

La comunità rumena presente nel campo di via Candoni è composta da 446 persone, delle quali solo 8 hanno più di 55 anni. 89 sono i bambini fino a 6 anni, 90 da 7 a 14 anni, 55 gli adolescenti tra i 15 e i 18 anni e 50 i ragazzi da 19 a 25 anni; 154 gli adulti della fascia di età compresa tra 26 e 55 anni.
168 sono i cittadini di nazionalità bosniaca. Tra i minori presenti al campo di via Candoni 42 frequentano la scuola
dell’infanzia, 104 le scuole elementari del XV Municipio, 48 la scuola media inferiore e 10 le superiori.
Il progetto del Municipio XV per il campo di via Candoni prevede la presenza fissa tre giorni la settimana di un medico e poi assistenza legale, psicologica e mediazione culturale.
L’assistenza sanitaria all’interno del campo garantita dal progetto del XV Municipio, seguito e attuato dall’Arci solidarietà, rappresenta per molti l’unico riferimento in campo sanitario e appare oggi ancora più necessaria in considerazione della nuova normativa per i cittadini neo comunitari, che non hanno più diritto al tesserino Stp (Straniero temporaneamente presente) e l’iscrizione al servizio sanitario nazionale è possibile solo dopo aver ottenuto la Carta di soggiorno Ue.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti