In via prenestina 468 nasce il Centro di accoglienza per minori a rischio

Da via Marsala l’Opera Salesiana del Sacro Cuore si è trasferita al Borgo Ragazzi Don Bosco
di C.T. - 21 Febbraio 2008

Al Borgo Ragazzi Don Bosco, di via Prenestina 468, nasce il “Centro di accoglienza per minori a rischio”, un servizio polifunzionale diurno per minori italiani e stranieri, soggetti a provvedimenti penali per misure alternative al carcere o comunque in grave rischio di devianza; offre, inoltre, un sostegno alle famiglie in particolari situazioni di disagio.

Il progetto del Centro è sotto la guida del responsabile Salesiano ed è coadiuvato da una equipe di medici, psicologi e operatori qualificati. Si articola essenzialmente su tre interventi: sostegno psico-educativo diretto e rivedere apprendimento e comportamento; sostegno culturale formativo-scolastico, finalizzato al recupero scolastico; avviamento al lavoro, con corsi integrati e personalizzati di formazione.

Dopo una pluriennale attività svolta presso l’Opera Salesiana del Sacro Cuore in via Marsala, da quest’anno si è trasferito presso la struttura Salesiana Borgo Ragazzi Don Bosco, al Prenestino
Il Centro accoglienza minori è un’originale esperienza di scuola, alternativa alla scuola di strada, che si ispira al Sistema preventivo di Don Bosco.

Per ulteriori informazione è possibile chiamare il “Borgo” al numero 06.25.21.251 e chiedere del Direttore Don Raffaele.

Chi vuole sostenere il progetto può farlo inviando un contributo sul C/C n. 18596049, Unione ex allievi del sacro cuore, via Marsala, 42, 00185 Roma; causale: centro di solidarietà fraterna Federazione Laziale Ex allievi Don Bosco.

CCarnevale Tor Tre Teste

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti