Inaugurazione del Nuovo Cinema Aquila

Sequestrato alla criminalità organizzata, viene restituito ai cittadini e alla vita culturale della città
Comunicato stampa - 19 Giugno 2008

ROMA. 19 Giugno 2008. – Alle ore 12.25 prende parola il Presidente del Municipio Roma 6, Giammarco Palmieri. Ci troviamo nella Sala Anna Magnani, la più grande delle tre sale a disposizione della struttura. Il discorso di inaugurazione del Nuovo Cinema Aquila è appena incominciato. Palmieri parla con entusiasmo dell’evento, ricordando la lunga trafila per il recupero del cinema iniziata negli anni ’90. E’ finalmente soddisfatto della rinascita di uno "spazio adeguato alla produzione culturale, all’interno di un quartiere storicamente legato al cinema". Ringrazia infine tutti i cittadini del Pigneto e del Municipio 6, che si sono dimostrati uniti nello sforzo di riportare in vita un simbolo culturale come questo.

Alla cerimonia è presente anche Antonio Maruccia, commissario straordinario di Governo per la gestione dei beni confiscati alle mafie. Parla del cinema, sottratto alla mafia, come un "investimento strategico contro le organizzazioni criminali" e rende omaggio alla sua inaugurazione, frutto di "una sinergia di diverse realtà". Seguono le parole del Presidente della Cooperativa Il Sol.co, Mario Monge, che si occuperà concretamente della gestione del cinema. Descrive questo evento come un punto di arrivo, un traguardo che mette fine ad una "grande attesa di questo quartiere". Il Nuovo Cinema Aquila sarà un cinema che punterà sulla qualità dei film, rendendoli però accessibili a tutti, e affiancandoli alle normali produzioni di successo per il grande pubblico. Sono previste promozioni e abbonamenti, proiezioni di mattina per le scuole e di domenica per le famiglie, oltre che film in lingua originale per la comunità straniere.

"Si tratta di un vero e proprio esperimento culturale" prosegue Giulia Rodano, Assessore Regionale alla Cultura, "una fiaccola accesa in un quartiere complicato, difficile e contraddittorio". L’Assessore non dimentica di ricordare Tom Benettollo, protagonista di battaglie per la pace e presidente dell’ARCI, prematuramente scomparso, a cui è dedicato il cinema. Sottolinea, infine, la vocazione che sarà il tratto distintivo del Nuovo Cinema Aquila, ovvero il favorire la proiezione del cosiddetto "cinema invisibile", quel cinema di nicchia, spesso premiato in molti festival, che per ragioni di mercato non viene distribuito nelle sale.

Conclude il discorso l’Assessore ai Lavori pubblici e alle Periferie del Comune Fabrizio Ghera, il quale ringrazia i direttori dei lavori, gli architetti, i progettisti e la polizia municipale, oltre che il suo predecessore, l’Assessore Pomponi. Sottolinea come solo grazie ad un lavoro di squadra è stata possibile la realizzazione di questo recupero.

Alla fine della conferenza, è stato offerto un rinfresco nello spazio totalmente ristrutturato dello stesso cinema, progettato dal direttore dei lavori Arch. Pietro Scaglione.

Presente all’inaugurazione anche Gianluca Santilli, il Consigliere delegato alla Cultura del Municipio Roma 6, il quale ha salutato con gioia l’evento, dicendosi "felice per il Pigneto e per i suoi abitanti".

Santilli fa notare come la riqualificazione sia una "vittoria importante delle Istituzioni nei confronti di illegalità e criminalità. I cittadini del Pigneto e del Municipio 6" continua "devono fare festa, perché è stato restituito a loro un bene prezioso. Da qui l’amministrazione vuole ripartire con forza per creare il terzo polo cinematografico di Roma".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti