JapanItaly: un ponte tra Italia e Giappone alla scoperta di culture lontane

L'evento si è svolto il 7 Luglio, all’isola Tiberina
di Emilio Suraci - 8 Luglio 2009

Ieri 7 Luglio, nella cornice dell’isola Tiberina, si è tenuto un evento dedicato alla cultura Giapponese, dal cinema alla musica alla gastronomia. JapanItaly, il nome della serata, è stata un occasione per stringere ancor di più i legami tra queste due lontane culture.
Il film Musashi: Il Sogno dell’Ultimo Samurai, proiettato in anteprima nazionale, è un documentario a cartoni animati (anime) sulla vita di Musashi Miyamoto, militare e scrittore giapponese, ufficialmente riconosciuto come il più grande spadaccino giapponese della sua epoca. Divenuto famoso per essere stato il primo a ideare un metodo di combattimento a due spade dando vita allo stile Hyoho niten ichi-ryu, e per aver scritto il Libro dei cinque anelli. Il suo duello più celebre fu quello combattuto contro Kojirō Sasaki, detto Ganryu, nel 1612, sull’isola di Funa-jima. Il duello ebbe così tanta rinomanza che ora quest’isola porta il nome di Ganryu-jima, in onore del samurai sconfitto.
Il bellissimo film diretto da Mizuho Nishikubo – supervisore dell’animazione per Oshii in Ghost in the Shell, Patlabor 2: The Movie, The Sky Crawlers, e delle sequenze animate di Kill Bill: Volume 1 – e sceneggiato dal maestro Mamoru Oshii, entrambi presenti all’evento, ripercorre le origini cavalleresche in Europa e in Giappone spiegando legami e differenze. Una vera e propria lezione a disegni animati di storia e cultura che ha risposto all’esigenza dell’ambasciatore giapponese in Italia Hiroyasu Ando di scoprire i tratti di un paese ricco di tradizioni.
Poco prima della proiezione l’ambasciatore aveva infatti detto che "L’Italia è il paese più popolare tra i giapponesi, che ammirano la cultura italiana e sui quali il vostro paese esercita il massimo fascino, ma la situazione è un po’ diversa per il Giappone visto dagli italiani, che dimostrano interesse per la tecnologia giapponese, ma non per la nostra cultura. Il nostro intento, con Japanitaly, è di avvicinare gli italiani alla cultura contemporanea del Giappone”.

La serata made in Japan è stata impreziosita da uno spazio-degustazione con “Non Solo Sushi”, presentato da JRO, mix di grande cucina, accompagnata dal sake offerto da Hasegawa Saketen.
Il pubblico ha anche potuto ammirare gli straordinari giochi di luce realizzati dalle due artiste giapponesi, Motoko Ishii e Akari-Lisa Ishii, sui ponti dell’Isola Tiberina e il divertente “Cosplay Show” a cura di Romics, sfilata in maschera con costumi dei più famosi cartoni giapponesi.
Il JapanItaly, sempre all’isola tiberina continuerà lunedì, 13 luglio, una serata speciale con l’anteprima mondiale del film interamente girato in Italia, “Amalfi”, diretto da Hiroshi Nishitani e realizzato in occasione dei 50 anni della Fuji Television.

 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti