La seduta del Consiglio del V municipio del 17 gennaio

Alessandro Moriconi - 17 Gennaio 2019

Una seduta di Consiglio quella del 17 gennaio 2019 che potremmo tranquillamente annoverare tra le tante a cui abbiamo assistito, con tanto fumo e arrosto decisamente poco.

Ma veniamo al racconto della giornata che si è aperta con gli interventi del CdQ di Tor Tre Teste con il suo presidente Luigi Pucci e con Francesco Basso portavoce dell’Ads Villa Gordiani, che da oltre due anni si battono per la salvaguardia dello storico campo di calcio realizzato dal Comune di Roma negli anni 60 all’interno di un meraviglio sito archeologico.

Pucci nel suo intervento ha elencato lo stato di abbandono di un quartiere considerato fino a pochi anni fa uno dei migliori per qualità della vita. Parchi, viabilità e servizi oggi abbandonati a se stessi.

Sulla questione i consiglieri della Lega per Salvini hanno presentato una Mozione che ha preso lo spunto da una raccolta firme fatta nel quartiere e indirizzata all’istituzione locale al fine di realizzare quegli interventi indispensabili ad eliminare il degrado.
La Mozione seppur giudicata “leggera” è passata anche con il determinante voto del gruppo pentastellato.

È stata anche la mattinata delle question time e delle interrogazioni.

Ha iniziato il consigliere Antonio Pietrosanti con lo stato di degrado dell’area in via Romolo Lombardi occupata ancora dai resti del Teatro Tenda “Nuovo Planet” sequestrata da tempo e su cui grava un’ordinanza non eseguita di demolizione.
Pietrosanti ha poi sollecitato il presidente a risolvere l’annoso problema della sosta selvaggia ed incontrollata su piazza delle Primule e che potrebbe essere risolta attraverso una idonea segnaletica.
Pietrosanti è anche intervenuto sul dramma che ha visto un’adolescente morire a causa di una grave intolleranza alimentare e da un ritardo nei soccorsi. Pietrosanti ha chiesto visto anche il proliferare di luoghi da movida, di maggiori controlli anche per quanto riguarda il versante della professionalità in un settore delicato come è quello della preparazione e somministrazione di alimenti e bevande con i cocktail.

Il consigliere Veglianti ha presentato una interrogazione per conoscere quali iniziative si intendono adottare per riportare il decoro nell’area intorno al cavalcavia Serenissima già occupato dal dismesso cementificio e nel cui sottosuolo insiste la più bella ed estesa necropoli romana che aspetta solo di essere valorizzata, in un’area peraltro su cui dovrebbe essere realizzato il famoso progetto dì Parco lineare già finanziato con oltre 6,5 milioni di euro dalle  compensazione TAV.

Meuti del M5S ha presentato una Risoluzione per esaltare i valori e principi della Costituzione. Se troverà applicazione niente più spazi, locali e suolo pubblico ad associazioni e organizzazioni che non garantiscono il rispetto dei principi contenuti nella Carta Costituzionale. Nessuno spazio a comportamenti razzisti, omofobi e sessisti, all’intolleranza religiosa o che si ispirino ai disvalori del fascismo e del nazismo o che contrastino con i valori della resistenza.
Ovviamente sarà necessario anche rivedere le norme che regolano la concessione di Occupazione Suolo Pubblico a quanto espresso nell’atto e infine a promuovere iniziative rivolte ai giovani in collaborazione con l’ANPI.
La risoluzione a firma dei consiglieri Stirpe, Medaglia, Yepez, Meuti e Pietrosanti è stata votata all’unanimità con 16 voti. Anche i consiglieri della Lega con Salvini non hanno fatto mancare il voto favorevole al provvedimento.

La risoluzione sulla situazione del Campo Rom di via Salviati e di via G. Sansoni invece è stata ritirata e sarà discussa alla prossima seduta di Consiglio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti