Lazio-Atalanta 1-3: addio Champions!

Un disastroso Wallace ha estromesso la Lazio dalla bagarre Champions. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 6 Maggio 2019

La Lazio è stata sconfitta per 3-1 in casa dall’Atalanta ed ha visto sfumare l’obiettivo Champions e forse anche l’Europa League.

Dopo essere passata in vantaggio la squadra di Inzaghi è stata raggiunta da Zapata e nella ripresa è stata punita da Wallace che con un disimpegno errato ha favorito il 2-1 bergamasco e qualche minuto più tardi da corner ha infilato il proprio portiere sulla pressione Djimsiti.

Parolo e poi Zapata

All’Olimpico un anticipo della finale di Coppa Italia fra Lazio ed Atalanta, in programma il 15 maggio in questo stesso stadio. Quella valida per la 35ª giornata della Serie A Tim non è stata una partita banale ma una tappa fondamentale da provare a vincere per tentare di raggiungere un posto Champions, occupato proprio dai nerazzurri bergamaschi.

La Lazio, con Correa che ha iniziato la gara dalla panchina e priva di Milinkovic, è partita forte e al 3’ si è portata in vantaggio con Parolo, bravo a mettere dentro un pallone vacante in area.

Lazio-Atalanta 1-3Al 14’ Immobile ha avuto la chance sul destro per raddoppiare ma il suo tiro dalla distanza è stato intercettato da Gollini. Poco dopo l’Atalanta ha iniziato a rendersi pericolosa in avanti con Zapata che da buona posizione ha concluso alto sulla traversa.

Al 22’ però il colombiano ha fatto centro: il tiro di Freuler è diventato un assist per Zapata, il quale in area ha avuto tutto il tempo per controllare e battere a rete (Wallace dov’era?).

Al 29’ gli ospiti hanno sfiorato anche il sorpasso con Ilicic, con la conclusione dello sloveno che da posizione favorevole è terminata larga.

E la Lazio? I padroni di casa sono tornati a farsi vedere in avanti al 37’ con il calcio di punizione di Luis Alberto ma che è terminata lontanissima dalla porta di Gollini.

Wallace che disastro!

La ripresa dell’Olimpico è iniziata con un brivido con Strakosha che ha salvato il risultato su uno scatenato Ilicic. Al 55’ Inzaghi ha gettato dentro Correa al posto di Caicedo e tre minuti più tardi Wallace l’ha combinata grossa. Il brasiliano ha sbagliato un facile disimpegno e Gomez ne ha approfittato per involarsi indisturbato davanti a Strakosha.

Lazio-Atalanta 1-3Il folletto bergamasco a tu per tu con il portiere laziale ha servito un assist d’oro per Castagne che in corsa l’ha messa dentro. Il goal subito è stata una mazzata per la Lazio e soprattutto per Wallace che ogni volta che ha toccato la palla è stato fischiato sonoramente dall’Olimpico. Il difensore brasiliano ha rischiato grosso anche al 70’ sul neo entrato Pasalic al posto di Ilicic, ma in questo caso Strakosha è intervenuto in tempo.

Al 75’ Zapata si è guadagnato un prezioso calcio d’angolo e sul conseguente tiro dalla bandierina Djimsiti ha segnato la rete del 3-1 bergamasco. Dai successivi replay è emerso che l’ultimo tocco è stato di Wallace. Il difensore brasiliano in questa gara è stato un vero disastro.

Per cercare di dare una scossa Inzaghi ha inserito Neto per Bastos ed ha tolto l’ammonito Leiva per inserire Badelj. Il portoghese ha provato a dare un po’ di brio ad una gara che l’Atalanta ha badato a controllare e fino al 90’ ha controllato agevolmente la gara, vincendola meritatamente.

Le pagelle di Lazio-Atalanta 1-3

LAZIO

Strakosha 6 – Ha provato a salvare il salvabile ma con un Wallace così è difficile fare di più.

Wallace 3 – I soliti svarioni difensivi di questo giocatore hanno condannato la Lazio ad una sconfitta senza appello. In pratica ci ha messo lo zampino in tutti e tre i goal atalantini.

Acerbi 6 – Il forte difensore laziale ha provato a metterci più di una pezza, come in occasione del secondo goal dove ha provato in tutti i modi a rimediare all’errore di Wallace.

Bastos 5.5 – Ha provato a fermare gli attaccanti atalantini con una marcatura ad uomo ma loro sono stati più furbi ed hanno superato al difesa laziale con un azione corale che ha coinvolto tutta la squadra.

78’ Neto sv.

Romulo 5 – Alla distanza ha perso il duello con Castagne, tra l’altro autore del raddoppio ospite.

Parolo 6.5 – Ha iniziato la gara con la rete del vantaggio ma nella ripresa è sparito ed è crollato insieme a tutta la squadra.

Leiva 5.5 – In qualche modo ha provato a contrastare gli atalantini ma spesso senza successo. Nella ripresa ha dovuto usare anche le maniere forti e per non incorrere in un’espulsione Inzaghi ha deciso di toglierlo.

78’ Badelj sv.

Lazio-Atalanta 1-3Luis Alberto 5 – Lo spagnolo è stato nullo per tutta la gara.

Marusic 5 – Ha avuto il compito di sostituire Lulic ma gli è mancata la gamba giusta per sfondare sulla fascia sinistra.

Caicedo 6 – Il panterone ha messo a disposizione della squadra il fisico e da una sua difesa della palla è nato il goal di Parolo.

55’ Correa 5 – In questa gara si è distinto solo per il nuovo look biondo platino che per un istante ha fatto temere il peggio, cioè di un ingresso di Patric al fianco di Wallace.

Immobile 5 – Il bomber sta vivendo un pessimo momento e non riesci in nessun modo ad invertire la rotta.

All. Simone Inzaghi 5 – La Lazio non sarà mai da Champions League finché continuerà a schierare giocatori come Wallace, Patric ecc. Speriamo che almeno la squadra abbia imparato la lezione in vista della finale di Tim Cup proprio contro gli atalantini.

ATALANTA

Gollini 6.5; Djimsiti 7, Palomino 5.5 (Mancini 6), Masiello 6; Hateboer 6.5, De Roon 6.5, Freuler 6.5 (Pessina sv), Castagne 7; Gomez 7, Ilicic 6.5 (Pasalic 6); Zapata 6.5. All. Gian Piero Gasperini 8.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo). 6Lazio-Atalanta 1-3

Il tabellino di Lazio-Atalanta 1-3

Marcatori: 3′ Parolo (L), 22′ Zapata (A), 58′ Castagne (A), 76′ Djimsiti (A).

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Bastos (78′ Neto); Romulo, Parolo, Leiva (78′ Badelj), Luis Alberto, Marusic; Caicedo (55′ Correa), Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Alia, Luiz Felipe, Kalaj, Durmisi, Zitelli, Cataldi, Jordao. All. Simone Inzaghi.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Palomino (46′ Mancini), Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler (83′ Pessina), Castagne; Ilicic (65′ Pasalic), Gomez; Zapata. A disp. Berisha, Rossi, Ibanez, Gosens, Reca, Colpani, Del Prato, Piccoli. All. Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo). Assistenti: Carbone e Peretti. IV uomo: Manganiello. V.A.R.: Massa. A.V.A.R.: Di Liberatore.

NOTE – Ammoniti: 26′ Bastos (L), 36′ Masiello (A), 40′ Caicedo (L), 54′ Gomez (A), 60′ Leiva (L), 83′ Mancini (A), 87′ Correa (L). Recuperi: 2′ pt; 3′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti