Lazio-Spal 4-1: bel poker per ripartire

La Lazio ha travolto la Spal per 4-1 grazie alla doppietta di Immobile e le reti di Cataldi e Parolo. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 5 novembre 2018

La Lazio contro la Spal all’Olimpico ha confermato la sua attitudine di schiacciasassi contro le piccole travolgendo gli emiliani per 4-1. Una grande partita dei biancocelesti dopo la sconfitta contro l’Inter. Il protagonista del match dell’ora di pranzo dell’11ª giornata della Serie A Tim è stato sicuramente Ciro Immobile, autore di una doppietta (26’ e 35’).

Le altre reti hanno portato la firma del redivivo Danilo Cataldi (59’) e della roccia Marco Parolo (70’). Per gli ospiti l’unica gioia è stata il pareggio immediato di Antenucci dopo il primo goal di Immobile.Lazio-Spal 4-1

Ciro sugli scudi

Dal primo minuto con Luis Alberto in panchina, mister Inzaghi ha testato ancora una volta la nuova coppia d’attaccanti titolare formata da Immobile e Caicedo. L’intesa fra i due è cresciuta di partita ed in partita e soprattutto Ciro è tornato ad essere pericoloso sotto porta.

La gara è stata scoppiettante fin dall’inizio grazie all’incertezze del portiere ospite Vanja Milinkovic-Savic, nonché fratello del giocatore laziale. Il portiere serbo ha commesso due incredibili errori al 9’ ed al 17’ che per un non hanno portato al goal della Lazio. Al 21’ c’è stato lavoro anche per Strakosha che con una grande parata ha neutralizzato il destro a giro di Antenucci, dal vertice sinistro dell’area di rigore.

Lazio-Spal 4-1Un brivido che ha dato la scossa alla Lazio che al 26’ ha trovato il vantaggio con Immobile con una splendida volée su l’angolo calciato da Cataldi, di nuovo titolare al posto degli infortunati Leiva e Badelj. Il vantaggio però è durato pochissimo perché la Spal con l’accoppiata Lazzari Antenucci ha trovato un goal facile facile, approfittando di una Lazio disattenta dopo la rete di Immobile.

I padroni di casa non ci stanno e con Immobile sfiorando di nuovo il goal ma questa volta Vanja Milinkovic-Savic è stato perfetto con un intervento di piede. Poco dopo ci prova Segej ma il suo colpo di testa è finito alto sulla traversa. Il goal è nell’area ed è arrivato poco dopo grazie all’intesa fra Caicedo e Immobile: il panterone con il fisico ha portato palla fino all’interno dell’area, per poi servire un assist che Immobile ha solo dovuto mettere dentro. Sul finire del primo tempo il bomber laziale è stato atterrato da Vicari proprio a ridosso dell’area ma per il fallo da ultimo uomo non è stato ravvisato dall’arbitro Guida, fra le proteste di tutto l’Olimpico.

Gran goal di Cataldi

La Lazio ad inizio ripresa non ha perso tempo ed ha impresso il sigillo sulla gara con la terza rete al 53’ di Danilo Cataldi. È stato un bellissimo goal con un tiro da fuori area che non ha lasciato scampo al portiere avversario. Una rete importantissima che ha rilanciato un giocatore che si era perso e che l’anno scorso è stato protagonista a Benevento.

Alla Lazio il tris stava stretto e, con insistenza, ha cercato il poker. Al 62’ Correa, entrato pochi minuti prima per Caicedo, ha preso palla a centrocampo facendo tutto bene ma fallendo il colpo finale. Il 4-1 comunque è arrivato subito dopo con Parolo che di destro ha battuto per la quarta volta Vanja Milinkovic-Savic. Negli ultimi minuti dell’incontro Immobile per due volte ha sfiorato la tripletta. Finisce così con la Lazio che con una prestazione perfetta ha cancellato la brutta prova offerta contro l’Inter.Lazio-Spal 4-1

Le pagelle di Lazio-Spal 4-1

Strakosha 6.5 – È stato impegnato solo una volta severamente da Antenucci, con il risultato sullo 0-0 ed in quell’occasione non si è fatto trovare impreparato

Wallace 6.5 – Il brasiliano è in perenne ballottaggio con Luiz Felipe ed in questa gara non ha commesso particolari sbavature.

Acerbi 6 – La solita buona gara del roccioso difensore laziale anche in fase offensiva ma in occasione del goal ospite si è fatto sorprendere troppo facilmente.

Radu 6 – Con l’esperienza ha provato a contenere le folate offensive di Lazzari.

Patric 6.5 – Lo spagnolo è in un gran momento e l’ha dimostrato ogni volta che Inzaghi l’ha chiamato in causa.

Parolo 7 – L’azzurro ha sfoderato la solita gara di sostanza dove ha avuto anche il compito di impostare il gioco vista l’assenza dei registi Leiva e di Badelj. Nella ripresa si è tolto anche la soddisfazione di segnare il goal che ha chiuso l’incontro.

Lazio-Spal 4-1Cataldi 7 – Ha segnato un goal fantastico, una rete ed una prestazione che sicuramente gli darà fiducia nel proseguo della sua carriera in biancoceleste.

Milinkovic 6 – Da lui ci aspetta qualcosa in più e come ormai è da abitudine in questa stagione quel qualcosa in più non arriva e mister miliardo si è limitato a svolgere il compitino.

74′ Berisha sv.

Lulic 6 – Il capitano biancoceleste non è stato supportato da una condizione fisica brillante e condizionata da qualche problemino.

62′ Lukaku 6 – La freccia nera è tornata, il suo recupero offre qualche soluzione in più ad Inzaghi.

Caicedo 6.5 – L’intesa con Immobile sta crescendo di partita in partita, emblematico il secondo goal della Lazio con la pantera che ha costruito l’azione finalizzata dal bomber.

59′ Correa 6.5 – Le sue giocate hanno fatto impazzire i difensori emiliani. Meriterebbe sicuramente maggiore spazio.

Immobile 8 – Il bomber è stato letale sotto porta siglando una doppietta che tranquillamente poteva anche essere una tripletta. E pensare che il CT azzurro Roberto Mancini nutre ancora dei dubbi su di lui…

All. Simone Inzaghi 7 – La Lazio dopo il ko contro l’Inter non ha perso tempo ed ha ripreso il suo cammino che la porterà ad affrontare nell’ordine Marsiglia e Sassuolo prima della pausa che precede lo scontro diretto contro il Milan.

SPAL

V. Milinkovic 5; Bonifazi 5.5 (Cionek 5.5), Vicari 5.5, Felipe 6; Lazzari 6.5, Missiroli 6, Valdifiori 6, Everton Luiz 5 (Dickmann sv), Costa 6; Antenucci 6.5, Petagna 5.5 (Paloschi 6). All. Leonardo Semplici 5.

Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata) 5Lazio-Spal 4-1

Il tabellino di Lazio-Spal 4-1

Marcatori: 26′ Immobile (L), 28′ Antenucci (S), 35′ Immobile (L), 59′ Cataldi (L), 70′ Parolo (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Cataldi, S. Milinkovic (74′ Berisha), Lulic (62′ Lukaku); Caicedo (59′ Correa), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Caceres, Bastos, Durmisi, Marusic, Murgia, Luis Alberto. All.: Simone Inzaghi.

SPAL (3-5-2): V. Milinkovic; Bonifazi (46′ Cionek), Vicari, Felipe; Lazzari, Everton (80′ Dickmann), Valdifiori, Missiroli, Costa; Petagna, Antenucci. A disp.: Gomis, Thiam, Simic, Nikolic, Vitale, Viviani, Floccari, Moncini, Paloschi. All.: Leonardo Semplici.

Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata). Ass.: Passeri – Fiore. IV uomo: Piccinini. VAR: Ghersini. AVAR: Longo.

NOTE. Ammoniti: 19′ Acerbi (L), 57′ Everton (S), 69′ Felipe (S), 76′ Cionek (S). Recupero: 1′ pt, 2′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti