Liberato l’alloggio del custode della Scuola Primaria Giovanni XXIII a Villa Gordiani

Da anni era abbandonato. Ora si spera di trasformarlo in mensa per liberare due aule
Alessandro Moriconi - 27 Novembre 2014

Grazie ad una sinergia perfetta tra la Direzione didattica della Scuola Primaria Giovanni XXIII di viale Partenope, la rappresentante del Consiglio di Circolo Sig.ra Monica Scordani, l’insegnante Gina Montella, i volontari di Legambiente del Circolo Città Futura di via Venezia Giulia, gli operatori di Ama Spa e l’Assessore ai LL.PP. del Municipio Roma V Stefano Veglianti, l’ex alloggio del custode della scuola ormai abbandonato da anni e utilizzato come deposito di materiale in disuso, è stato finalmente svuotato.

Volontaria libera alloggio custode Giovanni XXIIIIl tutto nella mattinata dell’8 novembre quando una decina di volontari si sono presentati di buonora armati di guanti, scope e sacchi di plastica, riempiendone una ventina. Ovviamente tra la presenza di operatori Ama e volontari di Lega Ambiente il tutto è stato scrupolosamente differenziato e caricato su un camion che ha fatto ben tre viaggi verso la vicuna isola ecologica di via Teano.

Camion liberare alloggio custode Giovanni XXIII

Con questa operazione la Direzione Didattica conta di adibire gli oltri 80mq del locale a mensa e questa operazione consentirà di liberare gli attuali locali che da tempo occupano due aule che potranno essere così riconsegnate alla didattica.
Veglianti libera alloggio custode Giovanni XXIII“Naturalmente, ha dichiarato l’Ass.re Veglianti mentre riempiva un sacco di immondizie, la Giunta municipale è favorevole ed è già impegnata a realizzare questo progetto fortemente voluto sia dalla Direzione Didattica che dal Consiglio di Circolo.

Un’altro tassello nella manutenzione della scuola – ha detto Veglianti – e in questo caso dobbiamo ringraziare tutti coloro che hanno volontariamente dato un grande contributo, noi come municipio avevamo iniziato con la potatura degli alberi e delle siepi perimetrali e proseguiremo con l’impegno a consegnare ai bambini uno spazio vitale per le loro esigenze”.

Serenella

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti