L’Isola del Cinema 2009: i prossimi appuntamenti

'Il giardino dei limoni' di Eran Riklis e tre capolavori del polacco Andrzej Wajda
di Riccardo Faiella - 7 Agosto 2009

Continua l’offerta di pellicole d’autore a L’Isola del Cinema 2009, la rassegna cinematografica che si svolge all’Isola Tiberina. Domani, 8 agosto, nella Sala Fellini sarà proiettato il primo dei due film del miniciclo “Israele in the air”, Il giardino dei limoni, di Eran Riklis. Nella Sala Leone invece, all’interno della riuscita rassegna sul Cinema invisibile italiano, è in programma Beket, di Davide Manuli con Luciano Curreli, Jerome Duranteau e la partecipazione straordinaria di Paolo Rossi. Domenica 9 agosto si chiude la mini-rassegna Israele in the air. Sempre nella Sala Fellini andrà in visione il film di animazione di Ari Folman, Valzer con Bashir, un capolavoro che ha conquistato il cuore di tutto il mondo e il premio Golden Globe (Golden Globe Award) secondo, per importanza, solo all’Oscar.

Il 10 agosto poi, appuntamento con il cinema polacco. Ancora nella Sala Fellini, per il ciclo Isola Mondo, il primo dei tre capolavori del maestro Andrzej Wajda: Katyn.

La pellicola parla del genocidio da parte dell’ex Unione Sovietica all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, ai danni di ufficiali polacchi. Un massacro sempre taciuto dalla storia e che i russi addebitarono ai nazisti. All’inizio della Seconda Guerra Mondiale, dopo l’invasione della Polonia da parte dei tedeschi, Stalin ordinò alle sue truppe di invadere ad est il territorio polacco. Nella primavera del 1940 furono fatti prigionieri e poi trucidati a Katyn molti ufficiali polacchi.

“Il film affronta il problema da due punti di vista – sottolinea Wajda – Katyn come crimine orribile commesso dai sovietici e Katyn come menzogna perpetrata per quasi cinquant’anni dal regime comunista. Anche mio padre fu vittima di Kayn e di conseguenza fu vittima di quella menzogna. Il massacro di Stalin finalmente viene raccontato in un film con il massimo del realismo, perché ci siamo basati sui frammenti dei diari delle mogli degli ufficiali e sui documenti ritrovati nelle fosse comuni”.

Un film toccante. Un documento storico da non perdere.

Gli altri due lavori di Andrzej Wajda saranno due proiezioni gratuite e andranno in visione nella Sala Leone. L’11 agosto sarà la volta de L’uomo di ferro. Mercoledì 12 agosto concluderà la mini rassegna dedicata alla Polonia L’uomo di marmo.

Informazioni e contatti: www.isoladelcinema.com – Infoline: 06.58333113

orario inizio proiezioni 21.30 – 23.30

Adotta Abitare A

Ingresso Isola: gratuito – Ingresso Sala Grande- Sala Fellini: 6 Euro, 5 Euro ridotto

Ingresso Sala Sergio Leone: 4 Euro (gratuito per gli omaggi a Federico Fellini)

il biglietto della sala grande è ridotto per: studenti under 26, over 65, persone con disabilità, i membri del gruppo di Facebook “Isola del Cinema” e i dipendenti di enti e aziende convenzionate.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti