Maratona di Roma 2018: ecco la medaglia ufficiale

Opera dell’artista Diletta Maria Buschi, è stata presentata alla Casa del Cinema
Aldo Zaino - 30 Novembre 2017

Enrico Castrucci, patron della Maratone di Roma, ha creato un  po’ di suspense agli ospiti presenti nella sala Kodak della Casa del Cinema di Roma (all’interno di Villa Borghese, a pochi metri da via Veneto, in largo Marcello Mastroianni 1), prima di annunciare fra le quattro candidate la medaglia vincitrice del concorso indetto dagli organizzatori dell’Acea Maratona di Roma: è Diletta Maria Buschi. 29enne romana laureata in scenografia all’Accademia delle Belle Arti di Roma e Cultore, della materia del Prof. Ivo Bomba, titolare della cattedra di Storia dell’Arte Moderna all’Accademia di Belle Arti di Roma.

L’Acea Maratona di Roma ha promosso anche quest’anno un concorso rivolto a giovani artisti per disegnare la medaglia celebrativa della 24ª edizione. All’iniziativa hanno partecipato gli studenti di Istituti d’Arte, Licei Artistici, Accademie, nonché artisti membri di Associazioni Culturali regolarmente costituite presenti sul territorio nazionale.

Tra le decine di elaborati pervenuti agli organizzatori, ne sono stati selezionati quattro da una giuria presieduta dalla Professoressa Roberta Filippi composta da artisti, professori degli istituti d’arte e organizzatori della Maratona di Roma.

Le opere finaliste sono state realizzate oltre a Diletta Maria Buschi, Eugenia Merlani, Desirée Perifano e Chiara Principe, secondo la Giuria tutte le Opere meritevoli di un primo posto, tanto è vero che è stato deciso di utilizzare le altre tre Opere che saranno ugualmente coniate per utilizzarle altri eventi sportivi.

L’Artista Diletta Maria Buschi durante la Conferenza Stampa è stata premiata dal Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito e dal presidente della Maratona di Roma Enrico Castrucci.

La medaglia dell’Artista sarà prodotta in 18.000 esemplari, e consegnata ai runners che taglieranno il traguardo della 24ª Maratona di Roma il prossimo 8 aprile.

Descrizione dell’opera. Gli atleti dell’antica Rona sembrano “scappare” fuori dal proprio fregio e in corsa raggiungere in strada gli atleti giunti da tutto il mondo per la Maratona di Roma. Il fregio si anima, la medaglia si trasforma in un disco di un fenachisoscopio, antica invenzione anticipatrice del cinema. Tutto è pronto per un nuovo spettacolo. Roma stessa, la Lupa, accompagna i maratoneti nel loro viaggio. Al centro della medaglia, invece, ci sono le foglie di ulivo date al vento dal turbine della corsa”.

Nella stessa mattinata sempre alla casa del Cinema, Ludovico Nerli Ballati speaker ufficiale della Maratona di Roma ha premiato le società con il maggior numero di partecipanti nell’Acea Maratona di Roma del 2016.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti