Maxim Raileanu e Sofia Yaremchuk vincono la V edizione della XMilia

Domenica 24 febbraio 2019 a Tor Vergata
Aldo Zaino - 25 Febbraio 2019

La XMilia (km 14.800), di cui si è corsa per le strade di Tor Vergata, domenica 24 febbraio 2019 la V edizione, è stata organizzata ancora una volta egregiamente dall’LBM Sport, uno dei Gruppi Sortivi più importanti di Roma come numero d’iscritti e vittorie nell’ambito delle corse podistiche. Gianfranco Balsamo Presidente dell’LBM con il sostegno deal Fidal Lazio ha rilevato da anni la gara ideata dal Colonnello Calligaris.

La XMilia aderisce al progetto e si colloca tra le 8 gare del GRAN PRIX denominato “Una strada per l’atletica”, circuito articolato sulla partecipazione a corse su strada di un contesto organizzativo regionale, che promuove la sinergia tra organizzatori, valorizza la partecipazione dei singoli atleti e sostiene le attività giovanili contestualizzate in ognuna delle gare del circuito.

Ancora un grande successo di partecipazione alla V edizione della XMilia: 2000 atleti, incuranti della pessima giornata del sabato che ha preceduto la gara e le non buone previsioni della domenica, si sono presentati puntualmente nel grande piazzale dell’ospedale di Tor Vergata, a due passi dalla Croce installata nel 2000 in occasione dell’incontro di Papa Paolo Giovanni II con i giovani.

La voce dello speaker della gara Antonio Sorrenti, si udiva a grande distanza, grazie all’attrezzatura di amplificazione di Gianfranco Novelli. Lo speaker, un professionista molto preparato e a conoscenza del mondo podistico, ha diretto con maestria l’evento, comprese le fasi, delle premiazioni.

Il segnale di partenza è stato dato subito dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli cantato con passione ed entusiasmo da tutti gli atleti. Il percorso bellissimo con strade ampie e asfaltate senza grandi alberi cosa che, dopo l’allarme della protezione civile di stare lontano dalle piante per il pericolo di cadute, avrebbe potuto sfalsare i tempi di corsa se gli atleti lungo il percorso di gara avessero dovuto prestare attenzione a tale pericolo.

Il lungo serpentone di atleti, partito da Viale dell’Archiginnasio, si è diretto verso la rotonda posta a circa 2 km, poi gli atleti hanno corso in senso inverso per tornare all’altezza del punto di partenza  e affrontare infine il resto del percorso. Dopo diversi chilometri gli atleti sono transitati di nuovo nei pressi del luogo di partenza e poi di nuovo fino alla rotonda e ritorno per raggiungere, in un tratto in discesa, il traguardo posto in via Montpellier.

Al passaggio dei dieci chilometri Raileanu e Luca Parisi marciavano appaiati con un significativo, vantaggio su Roman Prodius e  Amaniel Freedom. Al traguardo Raileanu ha battuto Parisi, suo compagno di fuga, per un solo secondo; il terzo e quarto posto è rimasto invariato rispetto al passaggio dei 10 km.

Fra le donne Sofia Yaremchuk ha preso un leggero vantaggio sulle avversarie mantenendolo fino all’arrivo e battendo nell’ordine Laila Soufyane e Elisabetta Beltrame.

Le premiazioni si sono svolte a fine gara sulla scalinata dell’ingresso dell’Università, dopo quelle degli assoluti si sono svolte quelle di categoria iniziando come consuetudine dalle categorie SM 80 per gli uomini e della SF 70  per le donne.

Classifica uomini: primo Maxim Raileanu di LBM Sport Team col  tempo di 00:45:27; secondo Luca Parisi ACSI, Campidoglio Palatino, 00:45:28; terzo Roman Prodius, LBM Sport Team, 00:46:56.

Classifica donne: prima Sofia Yaremchuk ,A.S.D. ACSI Italia Atletica, 00:50:03; seconda Laila Soufyane, 00:51:25; terza Elisabetta Beltrame, LBM Sport Team, 00:54:32

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti