Merano Wine Festival: imperdibile appuntamento con l’eccellenza dell’enogastronomia italiana

Dal 9 al 13 novembre 2018, si svolgerà la ventisettesima edizione
Anna Onori e Henos Palmisano - 15 Settembre 2018

Dal 9 al 13 novembre 2018, si svolgerà la ventisettesima edizione del Merano Wine Festival: imperdibile appuntamento con l’eccellenza dell’enogastronomia italiana, L’ideatore Helmut Kocher dirige una organizzazione di professionisti che durante l’anno va a “caccia” di prodotti dell’alta enogastronomia, che viene poi consigliata durante tutta la durata del Festival.
Trovare ed ovviamente godere di tanti prodotti in poco tempo, ci ha convinti ad andare a Merano quest’anno per la prima volta.

Il programma è di grande spessore e, dovendo riassumerlo, ecco i principali eventi:

Venerdì 9 novembre, presso la sede del festival Kurhaus, sarà dedicato alla eccellenza dei vini biologici, biodinamici, e naturali; mentre, presso i giardini di Castel Trauttmansdorff, si terrà il convegno “Naturae et Purae” , percorso sensoriale tra essenza della natura e purezza.

Dal 10 al 13 novembre il Kurhaus ospiterà oltre 300 aziende italiane e il mio consiglio è ovviamente di assaporare tanti vini, ma poi di pitassarli (Burgundio docet) per non affaticare il fegato e gli altri organi.

Dal 10 al 12 novembre, in piazza della Rena, si svolgeranno spettacoli dedicati a storie di uomini, cibo, vino e territori; si potranno degustare birre artigianali, distillati, cibi durante la ” Gourmetarena”.

Presso l’Hotel Terme di Merano si svolgeranno percorsi sensoriali con guida(Masterclasses).

La giornata conclusiva, martedì 13, sarà dedicata alla sfilata “Catwalk Champagne”: le migliori maison francesi si sfideranno a botta di bollicine.

Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival afferma: “Sembra ieri che insieme con due amici avevo pensato di trasformare la città di Merano nel ‘salotto buono europeo della raffinatezza’ in cui passato, presente e futuro del vino e della gastronomia trovano spazio per il confronto, la conoscenza, l’incontro”.

 

Anna Onori, Henos Palmisano 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti