Metro Roma: “Scale mobili, inconcepibile affrontare viaggio con rischio di essere inghiottiti”

Lo dichiara il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier, Davide Bordoni
Redazione - 10 Febbraio 2020

“Continuano i disagi e soprattutto i rischi per i cittadini romani alle prese con la Metro. Dopo la chiusura per lavori di due stazioni nevralgiche come Cornelia e Baldo degli Ubaldi è di venerdì 7 febbraio 2020 un guasto agli impianti tra Battistini e Ottaviano e poi domenica 9 sera il crollo della scala mobile nella stazione di Furio Camillo ” dichiara il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier, Davide Bordoni” un gradino è sprofondato e solo il caso ha voluto che non ci fossero feriti.

“Ancora queste maledette scale mobili, semplicemente inconcepibile affrontare un viaggio in Metro con il rischio di essere inghiottiti da un nastro trasportatore e ben ricordiamo il grave incidente di Repubblica. Un quadro sconfortante della manutenzione dell’era Raggi. A questo punto non si può più attendere ed è doveroso vedere le carte: chiederò di procedere per l’accesso agli atti al fine di appurare frequenza e modalità della manutenzione di tutte le scale della metro. La pubblica incolumità non è un optional, le scale mobili iniziano a fare paura all’utenza e questo non è certamente possibile.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti