Farmacia Federico consegna medicine

Nuova aggressione ai danni di un residente in via Longoni

Un trans ubriaco prende a pugni un residente di prima mattina
di Damiano D’Angeli - 28 Ottobre 2011

Un mese fa avevamo già raccontato di una aggressione di un trans ai danni di un residente su via Longoni, oggi, purtroppo dobbiamo riscrivere su un fatto di cronaca simile. Ieri mattina, giovedì 27 ottobre intorno alle 6, al capolinea di via Longoni, un trans ubriaco ha preso a pugni un residente, ferendolo seriamente alla testa e riempendo il mezzo di sangue.

“Il fallimento delle politiche del sindaco Alemanno sulla sicurezza è ormai acclarato e ogni giorno che passa ne abbiamo la riprova – dice in un comunicato Cecilia Fannuzza, Capogruppo di Alleanza per l’Italia in VII Municipio – E questo è il secondo grave episodio di violenza sul quadrante di via Longoni, in poco più di un mese. Alla faccia della città più sicura e degli annunci spot del primo cittadino sulla lotta alla prostituzione di strada”

Le promesse ai cittadini romani di una Capitale più sicura sembrano quindi molto lontane dal realizzarsi. La Fannuzza continua: “le politiche di contrasto della prostituzione, le ordinanze, le ronde e altre simili iniziative-spot hanno miseramente fallito” e termina mettendo a “disposizione del sindaco le proposte del VII Municipio sull’argomento, come ad esempio quella di attuare lo zooning, che ha già dato ottimi risultati in altre città italiane”.

Per saperne di più sull’argomento e su come l’istituzione locale voglia muoversi nel futuro, ci siamo rivolti al Presidente del VII Municipio Roberto Mastrantonio che – fa sapere – insieme all’Assessore all’Ambiente Alessandro Moriconi, lunedì mattina alle ore 12:00, si recherà sul posto per prendere dei provvedimenti legati alla viabilità e per proporre lo spostamento del Capolinea degli autobus più vicino agli edifici residenziali.

“La linea dura di Alemanno, le passeggiate in bicicletta e tutte le sue iniziative di facciata non hanno prodotto nessun risultato concreto – afferma il Presidente Mastrantonio – Malgrado l’impegno delle Forze dell’Ordine nel contrasto della prostituzione, in tema sicurezza non si è trovata una soluzione definitiva”. Il mini sindaco conclude: “Il Municipio è in costante contatto con la cittadinanza, ma non possiamo risolvere da soli questo problema”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti