Nuovo itinerario culturale al Verano per i 100 anni dalla nascita di Alberto Sordi

Domenica 25 ottobre, in occasione della Festa del Cinema di Roma
Redazione - 24 Ottobre 2020

Un nuovo itinerario culturale presso il Cimitero Monumentale del Verano per celebrare i 100 anni dalla nascita di Alberto Sordi. L’appuntamento speciale con uno dei volti più amati del nostro cinema è fissato per domenica 25 ottobre, in coincidenza con la giornata conclusiva della Festa del Cinema di Roma, e all’interno del più vasto Progetto Accoglienza, l’articolato programma, predisposto da AMA e Roma Capitale, rivolto alle centinaia di migliaia di cittadini che, in occasione della Ricorrenza dei Defunti, si recano presso i cimiteri per commemorare i propri cari.

Il percorso, dal titolo Alberto e i suoi amici”, ha una durata di circa 2 ore e prevede un doppio appuntamento per il 25 ottobre: alle 10 e alle 14, con replica sabato 31 ottobre alle 10 e domenica primo novembre alle 11. Info e modalità di prenotazione sono disponibili sul sito www.cimitericapitolini.it e sulla WEB APP visite.cimitericapitolini.it.

Lo comunica in una nota AMA S.p.A.

Laboratorio Analisi Lepetit

L’itinerario speciale, che intende anche ricordare il centenario dalla nascita di Federico Fellini, fedele amico di set e di vita di Alberto Sordi, si snoda lungo gran parte del Verano, proponendo la storia personale e professionale dell’attore romano, capace di rappresentare lo spirito in cui si è rispecchiata l’Italia dagli anni del dopoguerra al boom economico.

La lunga carriera di Sordi, con più di 140 film, una ventina di regie, decine di doppiaggi, si intreccia con la storia del cinema italiano e viene raccontata principalmente attraverso il rapporto che ebbe con alcuni dei suoi amici più stretti: Vittorio De Sica, Sergio Amidei, Luigi Zampa, Anna Longhi, e altri ancora di cui si visiteranno i sepolcri. Accanto a loro, altri personaggi aiuteranno a comporre l’ampio panorama cronologico e artistico, dagli anni Trenta alle soglie del Secondo millennio, che vide Sordi presente e a lungo protagonista. Nonostante Federico Fellini sia sepolto a Rimini, la sua figura sarà via via evocata, attraverso artisti che riposano al Verano: il suo compositore di riferimento, Nino Rota, Franco Ferrara, che ne diresse molte delle musiche, Mario Bonnard e Roberto Rossellini, di cui Fellini fu sceneggiatore, cogliendo l’occasione di trattare la stretta amicizia con Sordi, e in particolare ricordando “Lo sceicco bianco” e “I vitelloni”.

Le diverse tappe dell’itinerario offriranno poi il palcoscenico per letture recitate dall’attrice Sabina Barzilai, che ci restituirà voci e suggestioni, racconti e aneddoti consegnati da Sordi e dai suoi amici.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti