Per le donne di Tor Bella Monaca si mobilita DirCredito

In occasione della Festa della Donna il sindacato effettuerà una donazione al Centro Antiviolenza del quartiere
di M.S. - 6 Marzo 2015

In occasione dell’8 marzo per le donne di Tor Bella Monaca si mobilita DirCredito. Il Sindacato delle alte professionalità bancarie, guidato dal segretario generale Maurizio Arena, ha risposto immediatamente all’appello lanciato dal centro antiviolenza del popolare quartiere romano sulla necessità di trovare contributi per la struttura che manca di tutto, dal riscaldamento alla carta per scrivere.

Il Sindacato effettuerà una donazione al centro proprio perché, come dichiara Arena “la violenza sulle donne è quanto più di abominevole possa esistere in una società civilizzata, e un modo giusto per contrastarla è salvaguardare i centri antiviolenza, aiutandoli e finanziandoli. Per noi – ha sottolineato Arena – questo atto ha un significato importante, in quanto ci sentiamo parte di questo progetto e di questa realtà che tanto ha fatto e continua a fare per la difesa delle donne e per la diffusione di una cultura legata alla parità di genere”.

Stefania Catallo

Stefania Catallo

Fresco Market
Fresco Market

Unitamente al Centro di Tor Bella Monaca, il coordinamento pari opportunità DirCredito, chiede al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e al Sindaco di Roma, Ignazio Marino, i fondi per tenere aperto il servizio in questo quartiere di frontiera sostenendo la petizione on line sulla piattaforma change.org. Il Centro Tor Bella Monaca ha appena riaperto, grazie alle 54mila firme di cittadini, alla caparbietà della fondatrice Stefania Catallo e alla mobilitazione del municipio presieduto da Marco Scipioni.

“In due anni, periodo di chiusura del centro, 2.000 donne vittime di violenza, sono state accolte nelle case private delle volontarie – ha sottolineato Stefania Catallo, presidente del Centro Antiviolenza di Tor Bella Monaca – a dimostrazione del fatto che la necessità di una struttura come la nostra è sentita fortemente”. Christine Lagarde, una delle donne più potenti del mondo, nel suo blog tratta di “un complotto contro le donne” e scrive “in troppi paesi le restrizioni legali cospirano contro le donne per impedirci di essere economicamente attive. In un mondo che ha tanto bisogno di crescita, le donne possono dare un contributo, se solo hanno di fronte a sé pari opportunità, invece di una insidiosa congiura”, un messaggio recepito in pieno da DirCredito e che, con questa donazione intende porre un primo tassello per il sostegno a una realtà, quella del Centro Antiviolenza di Tor Bella Monaca, che lavora per la costruzione di una società in cui la parità di genere sia effettiva e concreta.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti