Laboratorio Analisi Lepetit

Petizione contro il degrado nel parco Tor Tre Teste

In particolare nell’area tra via Tobagi, via Tor Tre Teste e via Lanari, è meta fissa di prostitute e transessuali
Enzo Luciani - 11 Giugno 2009

Il 26 maggio 2009 è stata inviata una petizione dei cittadini di via F. Frazzi 13 e zone limitrofe indirizzata al Presidente del 7° Municipio Roberto Mastrantonio, all’Assessore Ambiente  Santino D’Ercole, all’Assessore Servizi e sicurezza sociale  Giuseppe Pungitore, al Comando Polizia Municipale 7° Gruppo che contiene una forte denuncia del degrado di un’importante zona del parco Tor Tre Teste. 

"Da circa due anni – denunciano i cittadini – il parco di Tor Tre Teste, esattamente l’area che si trova tra via V. Tobagi, via Tor Tre Teste e via Lanari, è meta fissa di prostitute e transessuali, che puntualmente portano qui i loro clienti. Il danno che arrecano non è soltanto morale, ma soprattutto igienico in quanto nel prato non fioriscono più fiori, ma fazzolettini sporchi e preservativi di tutti i colori. Ci sono anche siringhe usate. Nei giorni festivi il parco è frequentato da tante famigliole con bimbi piccoli e spesso fanno dei pic-nic. Inoltre alcune persone portano a spasso i loro cani. Tutti loro corrono un serio pericolo!  Il continuo viavai di automobili (tra l’altro vietato) ha determinato dei solchi irreversibili, dove non cresce più l’erba. Anche questo è un danno al nostro parco, che tanto vogliamo preservare, ma la cosa è impossibile, in quanto non possiamo, noi semplici cittadini, intervenire per evitare questo scempio."

"Le autorità e le istituzioni, chiamate ad intervenire e sollecitate più volte – affermano ancora i cittadini –  non hanno fatto niente fino ad ora. Avevano promesso di ripristinare tutta l’area con paletti di ferro (quelli di legno costavano troppo), ma al momento né gli uni né gli altri sono stati utilizzati allo scopo. Anche una petizione, mandata a suo tempo ai VV.UU. del VII Municipio, non ha prodotto alcun esito. Siamo qui pertanto a chiederVi che al più presto vengano attivate delle misure che interrompano questo avanzamento del degrado e restiamo in attesa di un sollecito riscontro da parte Vostra" 

I cittadini attendono ora una risposta e soprattutto provvedimenti che oltre al VII municipio competono all’amministrazione comunale e alle forze di polizia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti