Il premio nazionale di poesia nei dialetti d’Italia ‘Ischitella-Pietro Giannone’

La Redazione - 22 Marzo 2014

Il Premio nazionale di poesia nei dialetti d’Italia “Città di Ischitella Pietro Giannone”, nato nel 2004 e giunto con successo crescente alla sua dodicesima edizione, è inserito nel più vasto progetto denominato: ISCHITELLA CITTA’ DELLA POESIA.

Ischitella esercita un indubbio fascino sui poeti, come testimoniano le numerose poesie dedicate al piccolo suggestivo centro garganico dai poeti partecipanti alle diverse edizioni del Premio Ischitella-Pietro Giannone

Per un’ampia rassegna delle precedenti edizioni del Premio >>>

Fresco Market
Fresco Market

Il Premio ha cadenza annuale ed è organizzato dal Comune in collaborazione con la rivista nazionale di poesia «Periferie».

La Giuria è composta da: avv. Franzo Grande Stevens, presidente onorario, prof. Dante Della Terza (Università Harvard e Napoli), presidente, prof. Rino Caputo (Università Roma Tor Vergata), prof. Giuseppe Massara (Università Roma La Sapienza), prof. Marcello Teodonio (Centro Studi G.G. Belli), prof. Cosma Siani (Università Roma Tor Vergata), Ombretta Ciurnelli (poetessa, Redazione “Periferie”), Vincenzo Luciani (poeta).

Il regolamento  (bando) prevede la premiazione di tre raccolte di poesia nei dialetti d’Italia, tra quelle ritenute più meritevoli dalla giuria.

Una scelta delle poesie delle sillogi premiate è pubblicata sulla rivista «Periferie».

Il primo premio consiste nella pubblicazione a cura delle Edizioni Cofine della raccolta vincitrice e nell’offerta di soggiorno di 2 giorni per due persone. Il secondo premio consiste nell’offerta di ospitalità per 2 persone per 2 giorni e il terzo premio nell’offerta di ospitalità per un week end per 2 persone.

vincitorieGiuria2013Alla premiazione sono presenti sia i vincitori che i componenti della Giuria.

Sono stati già pubblicati da Edizioni Cofine i volumi contenenti le raccolte vincitrici dei premi Ischitella-P. Giannone: Eternit di Giovanni Nadiani (in dialetto romagnolo, 2004), Dzouri el pérax nivoulax (Sopra i sassi, nuvole) di Giancarla Pinaffo, in dialetto francoprovenzale, 2005), Menzi storii (Mezze storie) di Renato Pennisi (in dialetto siciliano, 2006), Morte de nu fra che uardava (Morte di un fratello che guardava) di Rocco Brindisi (in dialetto lucano, 2007), Dialèt ne nòc d’amur (Dialetto di notte, d’amore) di Maurizio Noris (in dialetto bergamasco, 2008), Ju nenti (Quel niente) di Benito Galilea (in dialetto calabrese, 2009), Dismenteant ogni burlaz (Dimenticando ogni tempesta) in dialetto friulano di Nelvia Di Monte (2010), Àlighe (Alghe) in dialetto triestino di Roberto Pagan (2011), Rasulanne (Rasoiate) in dialetto abruzzese di Marcello Marciani (2012); Saorìo l’è ’l silensio (Saporoso è il silenzio) in dialetto veneto di Giovanni Benaglio (2013), Dialettututtu in dialetto siciliano di Giuseppe Samperi.

Su youtube (vicluc100 – http://www.youtube.com/results?search_query=vicluc100&sm=3) sono presenti numerosi video di poeti dialettali vincitori del Premio

In contemporanea con il Premio Ischitella-Pietro Giannone si tiene ogni anno la Rassegna di poesia in dialetto «Altre Lingue» (con letture dei più importanti poeti dialettali italiani).

Il sito internet www.poetidelparco.it e la rivista nazionale di poesia “Periferie” sostengono il progetto e il Premio Ischitella-Pietro Giannone e contribuiscono alla sua notorietà in campo nazionale.

Ischitella1StradaGrandeIschitellaISCHITELLA – E’ un centro agricolo e turistico, in provincia di Foggia, nella parte nord orientale del Gargano. Dai suoi 310 metri di altitudine e da una posizione invidiabile, domina il mare Adriatico, il lago e l’Isola di Varano, le colline popolate di uliveti e di boschi.

Il suo territorio è particolarmente adatto ad un soggiorno, grazie al piacevole clima, alla limpidezza delle sue acque marine, alle stupende spiagge di sabbia bianca, simile a quella dei mari tropicali, di Lido del Sole, Foce e Isola Varano. Il Lago di Varano, una laguna salmastra di 60 kmq che comunica con l’Adriatico per mezzo di due canali (Foce Varano e Foce Capoiale) è riserva naturale del Parco Nazionale del Gargano.

Un’altra riserva naturale è costituita dal Bosco di Ischitella, non lontano dalle necropoli (V e IV secolo a. C.) di Monte Civita.

giannone_IschitellaPIETRO GIANNONE – Ad Ischitella è nato nel 1676 lo storico e giureconsulto Pietro Giannone. Egli fu autore di una monumentale “Istoria civile del regno di Napoli”, che gli costò vent’anni di lavoro e che, condannata dal Santo Uffizio come eretica e scismatica, gli procurò la scomunica.

Visse alcuni anni in esilio, a Vienna e Ginevra. Fu fatto catturare dai Savoia e morì nel 1748 dopo tre anni di carcere a Torino. Oltre all’opera citata, monumento del giurisdizionalismo e dell’anticurialismo, accesa critica delle usurpazioni ecclesiastiche sui diritti della monarchia e della potestà civile, Giannone lasciò importanti scritti di storia a difesa dei suoi principi, fra cui il “Triregno”, appassionata requisitoria contro il potere temporale della Chiesa cattolica, ed un’autobiografia, “Vita di Pietro Giannone scritta da lui medesimo”.

Documentari su Ischitella:

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti