Categorie: Politica
Municipi: , ,

Regione Lazio, M5S Roma: «Della Casa e Colarossi siano coerenti e si dimettano»

Dopo il loro passaggio dal Movimento 5 Stelle a Forza Italia

«Roberta Della Casa e Marco Colarossi – dichiara il 30 agosto in una nota il gruppo consiliare capitolino M5S Roma – hanno ufficializzato in seno al Consiglio regionale del Lazio il proprio passaggio al gruppo di Forza Italia.
Una decisone quanto mai curiosa e figlia di un opportunismo politico che poco ha a che fare con quella linea e quei valori del Movimento 5 Stelle che dicono di non condividere più, appena 6 mesi dopo la loro elezione tra le nostre fila.

Il cambio di casacca, lo sappiamo bene, è una piaga che incentiva la disaffezione dei cittadini verso le Istituzioni: Della Casa e Colarossi dovrebbero farsi coraggio e, coerentemente con gli impegni contratti con chi li ha votati, dimettersi dalla carica di consiglieri regionali. Chi viene eletto con il simbolo del M5S non può eludere il patto civico e morale stipulato con i cittadini: non sarà il M5S a macchiarsi di questo inganno, dell’ennesimo tranello politico giocato sulla pelle degli elettori.»

«Siamo certi che i consiglieri Della Casa e Colarossi – conclude la nota – sapranno farsi valere per essere rieletti nella prossima tornata sotto il vessillo che evidentemente da sempre più li rappresenta.»

Antonio Tajani

“Benvenuti Roberta Della Casa e Marco Colarossi. Con l’ingresso di due consiglieri cresce il nostro gruppo alla Regione Lazio.
Forza Italia si conferma centro di gravità permanente della politica italiana. Venerdì 1 agosto la presentazione ufficiale”.

Come cambia la maggioranza in Regione Lazio

Forza Italia è ora il secondo gruppo in maggioranza con 5 consiglieri (mentre la Lega, per ora, è ferma ai 3 eletti).
Alla minoranza rimangono solo 18 consiglieri di cui solo due sono dei 5 Stelle.

 

Roberta Della Casa il 17 agosto commentava così l’indiscrezione uscita su Il Messaggero:

Sono iscritta al M5S dal 2013 ed ho vissuto mille cambiamenti non solo di crescita ma ultimamente con un vero e proprio cambio di visione; né di destra né di sinistra per poi collocarsi definitivamente a sinistra del PD da cui talvolta si prendono anche ordini, fuori dall’euro e poi eurosostenitori, dal movimento della base al partito dei nominati, talvolta anche dei miracolati.
Non si deroga alla regola dei due mandati per chi ha fatto politica sui territori, municipi e piccoli comuni dove si guadagnano poche centinaia di euro e si combatte in prima linea però per chi ha fatto due mandati in parlamento a 13mila euro al mese più pensione a vita si concede di correre come candidati sindaci; persone che i territori li hanno dimenticati nel decennio vip…mai come oggi comprendo il vero senso “dell’uno vale uno”.

Ecco, a prescindere dalle mie personali scelte, posso dire che osservo e rifletto e sono convinta che ciascuno dovrebbe orientare il proprio sguardo alla luna e non al dito.

 

Colarossi Marco

23 anni, romano, è il più giovane degli eletti di sempre alla Pisana.
Laureando in giurisprudenza, fin da giovanissimo (dal 2013) era attivista del M5S. Nel 2022 entra in surroga in consiglio comunale nel Comune di Sambuci (RM), è Presidente di un’Associazione giovanile di promozione sociale.

Della Casa Roberta

Classe 1982, laureata in Scienze dell’amministrazione, approda in Regione dopo aver fatto esperienza istituzionale nel territorio romano della Tiburtina.
Iscritta al M5S dal 2013, nel 2016 viene eletta Presidente del IV Municipio dove si occupa personalmente di alcune tematiche inerenti problemi urbanistici di lungo corso del territorio.
Nel 2021 viene rieletta come consigliera municipale per il M5S, divenendone capogruppo.
Nella XII legislatura viene eletta capogruppo M5S in Regione.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento