Ri-connettere centro e periferie è possibile

Idee, Proposte e Iniziative per il “Morandi” / Tor Sapienza nel primo incontro di sabato 17 gennaio
Comunicato stampa - 14 Gennaio 2015

Sabato 17 gennaio 2015 dalle ore 16.00 alle ore 19.00, presso il Centro Culturale Giorgio
Morandi – Viale Giorgio Morandi snc all’interno dei Palazzoni Ater – saranno
presentati i primi risultati del Progetto RE – BLOCK (REviving high-rise Blocks for cohesive and
green neighborhoods) promosso dall’Unione Europea per la rigenerazione delle Periferie
attraverso azioni di riqualificazione fisica, sociale, economica e ambientale, da realizzare
nell’ambito del Programma URBACT (1). Progetto avviato nell’aprile del 2013.
Quella di sabato 17 sarà la prima occasione in cui L’ “Università degli Studi Tor Vergata” e il
“Gruppo di Supporto Locale”, costituito da circa 40 realtà associative del quartiere restituiranno
ai cittadini di Tor Sapienza, ed in particolare agli abitanti del complesso Ater “Morandi”,
<cuore> dell’intero Progetto RE-BLOCK (2), gli esiti dello studio e della ricerca per l’elaborazione
di un Piano d’Azione Locale.
In questo primo incontro l’analisi delle ipotesi di lavoro formulate avrà uno svolgimento
interattiv o e sarà articolato in Tavoli Tematici di Approfondimento.
Ogni Tavolo, con il supporto di un Tutor/facilitatore, affronterà problematiche considerate
critiche riconducibili alle Tre Aree Progettuali considerate, nelle quali si è sviluppato il processo
di ricerca e di elaborazione:
1. la riabilitazione urbana del Complesso Morandi
2. la rigenerazione degli “Spazi Pubblici”
3. il sostegno a progettualità di “economia locale” mirate all’inclusione sociale
L’iniziativa si configura come una opportunità di grande importanza in prima istanza per gli
abitanti del complesso Morandi, poiché consentirà loro di appropriarsi criticamente delle
proposte progettuali di Re-Block che li riguardano direttamente.
La valutazione critica di quanto proposto sarà sollecitata a tutti i cittadini di Tor Sapienza la cui
partecipazione attiva ai lavori di sabato 17 ed ai successivi, sarà ricercata e non soltanto
auspicata, così come è stata assiduamente ricercata la partecipazione dei rappresentati dei
Sistemi istituzionali e dei Sistemi sociali.

(1) Il Programma URBACT, promosso dalla Commissione Europea, ha sostenuto la costituzione del Gruppo di Azione Locale e la realizzazione del Piano di Azione Locale, nonché gli incontri per lo scambio di conoscenze tra partner e stakeholders nazionali e transnazionali

(2) Particolare questo, di grande rilevanza se si pensa che nel Morandi è esplosa la recente crisi sociale generata dallo stato di abbandono in cui versa. Crisi ancora del tutto aperta, per il cui superamento strutturale il Progetto RE-BLOCK propone concrete ipotesi di soluzioneCarlo Gori – 333 4765006 – centroculturalegi

Serenella

Commenti

  Commenti: 1


  1. Tanto di cappello al centro morandi ed al suo rappresentante Carlo Gori, unici in prima linea in una zona colpevolmente abbandonata dalla politica e da altre realtà del sociale che preferiscono zone meno “difficili”e più appetibili…
    Spero che qualcosa si muova riportando quest’area all’idea iniziale di centro autosufficiente dotato di servizi e utilità per chi vi abita.

Commenti