Roma, dal 16 novembre programmi TV solo col decoder

Parte definitivamente il passaggio al nuovo sistema di ricezione del segnale televisivo con il digitale terreste
Enzo Luciani - 15 Novembre 2009

Parte definitivamente il passaggio al nuovo sistema di ricezione del segnale televisivo con il digitale terreste. E per non trovarsi impreparati, il consorzio DGTVi (Associazione italiana per lo sviluppo della televisione digitale terrestre), ricorda che a passaggio avvenuto, potrebbe essere necessario risintonizzare il ricevitore digitale per poter tornare a vedere tutti i canali. «Dato che entro le 10 del 16 novembre 2009 verranno spenti tutti i segnali analogici e la riaccensione del segnale televisivo in digitale sarà effettuate gradualmente – spiegano dal DGTVi – è opportuno attendere che tali operazioni siano concluse prima di avviare le operazioni di risintonizzazione del proprio ricevitore».

Tra il 16 e il 30 novembre, si spegneranno definitivamente i segnali televisivi analogici per 4,5 milioni di cittadini del Lazio (2,7 nella sola provincia di Roma). Il passaggio sarà graduale e seguirà un calendario che divide idealmente la Regione in quattro aree: si parte domani con Roma e si conclude lunedì 30 con le isole Pontine. Restano esclusi 18 comuni della provincia di Viterbo, per i quali il passaggio è previsto nel 2012. Per conoscere la data esatta di transizione del proprio comune di residenza, è possibile chiamare il numero verde messo a disposizione dal ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Comunicazioni 800.022.000, oppure consultare il motore di ricerca presente sul sito Internet www. decoder. comunicazioni. it.

Sono ancora disponibili – ricorda DGTVi – i contributi all´acquisto del decoder di tipo interattivo, istituiti dal ministero per agevolare la fascia di popolazione economicamente più debole, per età e reddito. Per usufruire del bonus (50 euro di sconto per l´acquisto di un decoder di tipo interattivo, quello con il bollino blu DGTVi), basta rivolgersi ai rivenditori autorizzati. Requisiti necessari: essere residenti in uno comuni coinvolti nell´operazione, aver compiuto almeno 65 anni e avere un reddito fino a 10 mila euro. Indispensabile, inoltre, poter dimostrare di aver pagato il canone Rai per il 2009.

Problemi con il decoder digitale terreste? Chiama il numero verde
Il 16 novembre è iniziato il passaggio del Lazio alla nuova piattaforma, ma non senza problemi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti