Laboratorio Analisi Lepetit

Sparatoria nel quartiere Alessandrino

Mauro Caliste (PD): "Più presenza da parte delle Forze dell'Ordine"
Redazione - 14 Luglio 2021

“Nella serata di ieri, 13 luglio 2021 in Viale Alessandrino, due uomini in sella a uno scooter hanno esploso dei colpi di arma da fuoco ferendo un ragazzo di 23 anni, per poi darsi alla fuga.
Già da diverso tempo gli abitanti del quartiere lamentano e chiedono maggiore presenza delle Forze dell’Ordine.
Un quartiere già segnato da episodi di risse, da prostituzione a cielo aperto e che nelle scorse settimane ha visto anche un tentativo di violenza sessuale ai danni di una studentessa originaria del Senegal.
Ieri si è toccato il fondo: in pieno giorno, in una zona frequentata da giovani, di fronte a un’area giochi dove le famiglie portano i loro figli due delinquenti potevano compiere una strage”. Così in un comunicato stampa di Mauro Caliste (PD).

“Lo dico – prosegue la nota – da padre, da nonno e da figlio di Carabiniere. Abbiamo bisogno di più controlli nell’area, bisogna prevenire episodi come questo e per farlo è necessaria la presenza di maggiori uomini. Gli abitanti dell’Alessandrino devono sentirsi sicuri, per questo già in tanti avevano firmato l’esposto che abbiamo presentato come Associazione Impegno Civico, con il quale abbiamo chiesto maggior presenza di forze dell’ordine nel territorio”.

Da quello che emerge si può ipotizzare che non sia stato un avvertimento ma proprio un tentato omicidio visto che le ferite riportate dal ragazzo sono a spalla e mascella. Fa molto effetto che i criminali abbiano scelto un modo così plateale (durante l’orario dell’aperitivo) davanti a testimoni e cosa più importante con il forte rischio di poter ferire persone del tutto estranee.

Prognosi di 25 giorni per il ferito che stamane è stato sottoposto a un nuovo intervento chirurgico all’Umberto I per rimuovere schegge di proiettile.


Commenti

  Commenti: 6


  1. Non mi sorprendo. Si stanno palesando le conseguenze dell’atavica “sonnolenza”istituzionale. Quanti segnali anche piccoli ma significativi trascurati. Quante denunce ignorate. Quanto abbandono e degrado nei quali ha prolificato indisturbata la “malerba”. Continuo a pormi sempre le stesse domande: è ignavia o lucida volontà? E se è lucida volontà a cosa mira, perché ci remano contro, perché a fronte di tanta bellezza , perché è pieno di bellissima gente che ha investito il proprio futuro in questo Quartiere, e potenzialità restano indifferenti e lasciano che tutto finisca in malora? Ecco un’occasione per i ns politici, ora particolarmente presenti perché in campagna elettorale, per dimostrare la loro utilità e concretezza facendo proprie le ns istanze, “urlando” la ns fondata preoccupazione, chiedendo ed ottenendo maggiore cura e presidio sul territorio…organizzando una mobilitazione popolare, senza bandiere se non quella della legalità

    Marisa
    CdQ “CITTÀ ALESSANDRINA”


    • Secondo me è ignavia. Non so se vi ricordate di pochi anni fa quando è stato soppresso il commissariato a Centocelle. Quando non ci sono soldi per prima cosa tagliano i servizi nei quartieri popolari. Mentre quartieri signorili come Parioli etc. Vengono lasciati in pace. Questa storia deve finire e chi abita nei quartieri popolari deve farsi sentire.


  2. Condivido quello che ha detto Mauro Caliste, per la sicurezza di tutti, ci vorrebbe più presenza delle forze dell’ordine.


    • …con il solo rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine, sarebbe gradita anche quella della Municipale, ci facciamo ben poco se prima o contemporaneamente non si interviene sul tessuto sociale, sul decoro, sull’ascolto costruttivo delle istanze che i cittadini più attenti ed i Comitati di Quartiere avanzano. Solo insieme e compatti, ognuno per quanto gli compete, si può sperare di contrastare la deriva. Le Istituzioni, le Forze dell’ordine…individualmente possono poco e forse ottenere risultati temporanei, solo in sinergia tra loro e con i cittadini si può reimpostare tutto.
      C’è questa volontà?


  3. Quella zona necessità di controlli un po’ più assidui La malavita ….. E la violenza……… Dilagano


  4. Sicuramente una situazione drammatica che va presa in seria considerazione dalle forze dell’ordine. Devo dire che il ns territorio è sempre più in uno stato di abbandono c’è fame, delinquenza, degrado. Dove sono le istituzioni?? Al comando ci vuole gente che il territorio lo vive lo ama e che tiene al suo stato e ala gente che ci abita.

Commenti