“Vergogna Raggi, a Villa Borghese dormitorio tra ubriachi e prostituzione”

Lo denuncia in una nota Fabio Sabbatani Schiuma, già vicepresidente del consiglio comunale di Roma ed esponente di Noi con Salvini
Redazione - 5 Agosto 2017

“Villa Borghese è abbandonata ed è diventata un dormitorio a cielo aperto, tra degrado del verde, cartoni e materassi in mezzo ai cespugli, sbandati e ubriachi di ogni genere, e giovani soprattutto stranieri che si prostituiscono di notte”.

Lo denuncia in una nota Fabio Sabbatani Schiuma, già vicepresidente del consiglio comunale di Roma ed esponente di Noi con Salvini, per il quale “è una vergogna che la villa simbolo della città sia stuprata in questo modo”.

“I giochi per i bambini – continua la nota – sono pochi, vecchi e malridotti e gli spazi a loro destinati abbandonati da una cura del verde che manca anche in questa villa storica.

A tal proposito – conclude la nota – non abbiamo più notizie dei due bandi, uno riguardante la manutenzione appunto di parchi e giardini (verde ‘orizzontale’) di 4 milioni, l’altro quella delle alberature che prevedeva un importo di 5 milioni. Da fonti stampa apprendiamo che sarebbe tutto sospeso perchè non conformi alle leggi”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti