Via Arce, via Formia e via Cori: avviati i lavori propedeutici alla realizzazione della rete fognaria

​Nella zona dei Villini Santa Maria realizzata nel 1927 a ridosso di villa Gordiani e Centocelle
Alessandro Moriconi - 15 Settembre 2019

Partiti i lavori di riempimento delle cavità sotto i villini di via Arce, via Formia e via Cori, atto propedeutico alla realizzazione della rete fognaria

​La zona dei Villini Santa Maria realizzata nel 1927 a ridosso di villa Gordiani e Centocelle non hanno mai avuto una rete fognaria e fin dalla sua realizzazione furono autorizzati nientemeno che con un regio decreto a disperdere i liquami nell’immensa ragnatela di cavità esistenti fin da epoca romana nel sottosuolo del municipio Roma V e non solo.

I residenti chiedono la realizzazione della rete fognaria fin dal 1982 che vedeva allora il Sindaco Vetere amministrare la città. Fogne progettate e finanziate più volte, più volte oggetto dei programmi dei partiti ad ogni consultazione elettorale amministrativa, vuoi comunale prima che circoscrizionale e municipale poi.  Poi anni di silenzio, fino a quando la Giunta Palmieri il 3 gennaio 2015 il municipio Roma V, nato dall’accorpamento tra il VI e il VII, ricostruisce una memoria di giunta l’intero percorso. Sempre nel 2015 scompare lo stanziamento e, ironia della sorte, al posto di un avviso ai residenti che annuncia l’inizio dei lavori, iniziano ad arrivare agli stessi multe, che arrivano anche a 6.000 euro, per illecito smaltimento di liquami nel sottosuolo, multe che però, e giustamente, l’amministrazione Raggi ha revocato in “autotutela”.

Fin qui il passato, il futuro invece è quanto è emerso ieri in un incontro pubblico con i cittadini interessati tenutosi nei locali della Parrocchia S. Maria Mediatrice di via Cori, 4 e che ha visto la partecipazione della Sindaca Virginia Raggi, del Presidente municipale G. Boccuzzi, dell’Assessore alle Infrastrutture M. Gatta, del presidente della Commissione Lavori Pubblici A. Agnello, dell’Assessore municipale ai LL.PP. P. Perfetti e al Presidente di Acea ATO2 Claudio Cosentino.

In sala erano anche presenti per il municipio V, il vice presidente M. Podeschi, l’Assessore al Bilancio S. Emiliani, quello alla Cultura M.T. Brunetti, quello alla Scuola M. Mammarella e diversi consiglieri, ovviamente tutti del M5S. Unico assente il Presidente della Commissione LL.PP Christian Belluzzo che recentemente lasciato il movimento per approdare nelle file dei Fd’I.

Sia il presidente Boccuzzi che la Sindaca Raggi hanno rappresentato la ferma volontà dell’amministrazione a mantenere l’impegno assunto in fase programmatica di mettere in sicurezza il sottosuolo dell’intero quadrante e subito dopo per quanto riguarda Villini S. Maria, alla realizzazione della rete fognaria.

Interessante l’intervento del geologo comunale dott. Allevi, che si è soffermato sia sulla tipologia del materiale di riempimento delle cavità, sulle migliaia di metri cubi necessari che, “come è già avvenuto in precedenti messe in sicurezza di cavità, consistono in prodotti derivati dalla trasformazione di residui edilizi opportunamente trattati” e sia sul costo complessivo dell’intervento.

L’Assessore Gatta ha rappresentato la volontà di chiudere gli interventi di messa in sicurezza del sottosuolo nel giro di un paio di mesi per poi passare a gara d’appalto assegnata, alla messa in sicurezza della cavità sotto il parco di Villa de Sanctis e che interessa anche il parcheggio del Centro Sportivo e alcune delle strutture del centro stesso. Gatta ha rassicurato i cittadini che hanno lamentato l’esclusione di alcune strade dal piano d’intervento, dichiarando che nessuno sarà escluso, ma che l’amministrazione e i tecnici hanno fatto valutazioni sulle priorità e che quindi le strade su cui oggi non si interviene, lo saranno nel corso della consigliatura. L’assessore ha anche confermato che, per quanto riguarda Villa De Sanctis ci sarà anche la messa in sicurezza del Parchetto di Via R. Balzani e il recupero dell’area ludica per bambini realizzata anni fa.

L’incontro è stato chiuso dal Presidente di Acea Ato2 il quale ha rassicurato sia sulle disponibilità finanziarie per eseguire le opere i cui progetti saranno pronti non appena l’impresa esecutrice delle opere di consolidamento del sottosuolo sarà stato completato e che ovviamente partiranno non appena il Bando Pubblico dei lavori sarà aggiudicato.

Tante le domande da parte dei cittadini, da quelle sul trasporto pubblico con il ripristino del 412 (sospeso per il pericolo di crolli) a quello della messa in sicurezza della viabilità con un abbassamento drastico della velocità delle auto anche attraverso l’utilizzo di dossi. Molte le domande sui rifiuti, dalla raccolta  al potenziamento e miglioramento del servizio offerto da Ama Spa con l’isola ecologica di via Teano, che, ha detto un cittadino, presenta al suo esterno una discarica abusiva. Il presidente Boccuzzi al riguardo ha annunciato che con Ama si sta lavorando per un progetto di raccolta porta a porta e che, relativamente agli abusi a scaricare in strada rifiuti e ingombranti, il municipio sta provvedendo a collocare le 100 fototrappole acquistate.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti