Via Dameta La Rustica, un flop, anzi due

Alessandro Moriconi - 28 Giugno 2022

Purtroppo a distanza di anni dobbiamo prendere atto dell’ennesimo flop da parte del Municipio V nel voler realizzare un Punto Anagrafico rispetto a quelli centrali di via di Torre Annunziata 1 e quello di via Prenestina 510 dove già negli anni 2000 l’allora Circoscrizione VII cercò di avviare un percorso di decentramento attraverso la realizzazione di un manufatto realizzato ex novo all’interno del Mercato rionale di Tor Sapienza di via G. De Chirico.

Un po’ meno dispendioso il flop di via  Dameta visto che è stato recuperato un manufatto realizzato sulla stessa via per essere un punto di aggregazione popolare e sede per diverso tempo di associazioni culturali, del CdQ e di una biblioteca. Locali mai assegnati definitivamente, resi liberi dalla Giunta Boccuzzi con la decisione di sfratto degli occupanti a cui seguirono atti vandalici con ingenti danni alla struttura. Da qui la brillante idea di realizzarci un ufficio anagrafico capace di offrire servizi ai residenti di La Rustica e nel contempo alleggerire la pressione sulle due sedi di Prenestina e Torre Annunziata.

Imperterrita l’amministrazione Boccuzzi è andata avanti nel suo progetto e questo nonostante ripetute prese di posizione delle OO.SS. contrarie in quanto le note carenze di personale amministrativo non avrebbero consentito di predisporre un Servizio certo ed efficiente, tanto che lo stesso fu inaugurato in pompa magna, già non aperto tutti i giorni e questo grazie alla disponibilità di un paio di validi funzionari che si alternavano tra la sede di via Prenestina e quella di via Dameta.

Del personale promesso neppure l’ombra. poi il Covid19, lo Smart Working e infine da dicembre 2021 la chiusura e il nuovo abbandono dei locali, orfani anche della presenza della Polizia Locale che avevano stabilito essere parte integrante del progetto.

Un flop intanto con un danno di immagine per la credibilità dell’istituzione locale a cui speriamo non si aggiungano come in passato danni materiali alla struttura. Al momento ci sono anche le avvisaglie di un ulteriore flop e che riguarderebbe le assegnazioni dei locali commerciali presenti sulla piazza e per i quali c’è stato un Bando Pubblico che ha prodotto una graduatoria provvisoria che è ferma negli uffici fin dal 18 maggio.

Aspetta solo di essere trasformata in definitiva, procedere alle assegnazioni dei locali e finalmente poter vedere completato il progetto di trasformazione di quella parte del Quartiere.  Insomma due problemi che aspettano da anni di essere risolti. Quanto tempo servirà ancora? Difficile fare previsioni.

Macelleria Colasanti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti