16 gennaio: 4 nuove pietre d’inciampo in V municipio

Dedicate ai martiri della Resistenza Guerrino Sbardella, Ottavio Capozio, Antonio Roazzi, Paolo Renzi
F. S. - 9 Gennaio 2019
Abitare A Speciale

Con un’iniziativa e un programma curati dall’Associazione ECO Museo Casilino, anche quest’anno, come ormai da alcuni anni a questa parte, nel V municipio saranno installate 4 nuove pietre d’inciampo in ricordo di altrettanti martiri della Resistenza romana al nazifascismo.

Il programma delle installazioni prevede le seguenti tappe: alle ore 9,30 a Villa Certosa, via dei Savorgnan n. 52, una pietra dedicata a Guerrino Sbardella; alle 10,30, in via dell’Acquedotto Alessandrino n. 3 (traversa di via Torpignattara), una seconda pietra dedicata a Ottavio Capozio; alle ore 11,30, in via Grazioso Benincasa n. 28 (traversa di via dell’Acqua Bullicante), una terza pietra dedicata a Antonio Roazzi; infine, in via Valmontone n. 37 (Centocelle vecchia), una quarta pietra dedicata a Paolo Renzi. I quattro personaggi ricordati, tutti membri della resistenza romana, furono uccisi dai nazisti o a Forte Bravetta o alle Fosse Ardeatine, tristi luoghi della memoria di quei lontani mesi dal settembre 1943 al giugno 1944.

Con le quattro nuove pietre, il totale delle pietre d’inciampo installate nel V municipio sale a 17. All’evento parteciperanno varie scuole del territorio; tra queste gli istituti comprensivi Simonetta Salacone, Artemisia Gentileschi, i licei Francesco d’Assisi e Benedetto da Norcia. Hanno dato la loro adesione l’Associazione Arte in Memoria, l’ANPI, lo SPI CGIL e la Giunta e il Consiglio del V Municipio.

La giornata sarà conclusa, nel pomeriggio, con una tavola rotonda, presso la scuola Carlo Pisacane, dedicata alla memoria come risorsa “persistenze e innovazioni per la valorizzazione del paesaggio storico e antropologico metropolitano”. Al dibattito parteciperanno gli storici Alessandro Portelli, Alessandra Broccolini, Alessandro Saggioro, coordinati da Stefania Ficacci, in rappresentanza dell’Eco Museo Casilino.

F. S.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti