Alta velocità rallenta i treni Roma – Tivoli

Il responsabile provinciale dell'Italia dei Diritti:"Le esigenze dei pendolari vanno rispettate"
Enzo Luciani - 10 Dicembre 2009

Con l’apertura dell’alta velocità sulla tratta ferroviaria Roma – Milano, i convogli regionali laziali subiranno un ritardo medio di circa 5 minuti. "A farne le spese  – commenta Brunetto Fantauzzi, responsabile per la provincia di Roma dell’Italia dei Diritti – sono i pendolari della provincia romana che protestano contro la Regione e le Fs. Infatti lo Stato avrebbe stanziato i fondi necessari per potenziare le linee locali, ma invece gli enti non avrebbero fatto nulla. "Le amministrazioni si occupano spesso di dare una buona immagine attraverso opere faraoniche – ha continuato l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – dimenticando però gli effetti collaterali che vanno a discapito delle utenze minori spesso più bisognose. Proponiamo quindi la riorganizzazione delle strutture e auspichiamo una comunicazione più efficace tra pubblico e privato per la risoluzione del problema. E’ fondamentale – conclude Fantauzzi – tenere conto di un piano regolatore in grado di garantire le esigenze lavorative di chi ogni giorno usufruisce del trasporto nazionale già sotto gli standard internazionali".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti