Benevento-Roma 0-4, le pagelle

Dzeko mattatore, Kolarov brilla sulla fascia. Under sottotono
Gianluigi Polcaro - 21 Settembre 2017

Benevento-Roma 0-4

Benevento: Belec 5; Letizia 4, Venuti 4, Lucioni 4, Di Chiara 5,5; Memushaj 4,5, Chibsah 5,5, Cataldi 5,5, Lazaar 5,5 (dal 64’ Parigini 6); Coda 5 (dal 75’ Armenteros s.v.), Puscas 4,5. All. Baroni 5

Roma:

Alisson s.v.: Anche stavolta non è quasi mai impegnato

Bruno Peres 6,5: Non trova molti ostacoli sulla fascia e riesce a spingere come sa fare lui. Regala almeno tre assist a Dzeko tra cui quello vincente. Qualche errore di concentrazione non manca

Fazio 6,5: Ha la libertà di impostare e riprendere in mano la difesa. Partita senza sbavature

Juan Jesus 6: Non trova il feeling con Fazio e la poca abitudine a giocarci insieme si denota da diverse incertezze. Per il resto tiene bene fisicamente per tutta la gara

Kolarov 7: Quando sale, e lo fa spesso, sono dolori per la difesa di casa. Baroni gli lascia molto spazio e lui fa carne di porco dei suoi difensori. Regala a Dzeko l’assist per il primo gol e provoca l’autorete di Venuti

Pellegrini 6: La squadra non gira come dovrebbe sul campo del Sannio e il centrocampo è quello che ne risente di più. Nulla da dire dal punto di vista tattico, ma la sua è più una partita di posizione

(dal 68’ Gerson) s.v.

Gonalons 6: Alla prima da titolare non demerita, ma neanche può strafare vista la difficoltà del centrocampo romanista. Bene le sue verticalizzazioni e il contenimento nella zona centrale. Manca ancora di continuità

Strootman 6: Sulla scia di questo inizio stagione è un po’ impreciso, segno che non è ancora al top. Non fa comunque mancare il supporto al centrocampo

Under 5: Stecca la seconda da titolare. È un po’ spaesato e si vede veramente poco, a parte un bel cross-assist per Dzeko. È giovane e non bisogna bruciarlo

(dal 46’ El Shaarawy) 5: Non riesce a ritrovare la mira, e nemmeno il dribbling. Ancora in rodaggio

Dzeko 8,5: Stavolta è l’autentico mattatore della serata. La squadra, che fatica a far girare palla, deve affidarsi al gigante bosniaco per sfondare la difesa di casa. Due gol e due autogol provocati, un tiro da fuori che si schianta sul palo e tante giocate importanti. Partita da leader

Perotti 6,5: Sulla fascia è sempre una spina nel fianco, soprattutto nel primo tempo in cui regala assist, sovrapposizioni con Kolarov e dribbling. Cala vistosamente nella ripresa

(dal 75’ Florenzi) s.v.: Difra lo prova anche come esterno alto

All. Di Francesco 7: Il mister effettua un ampio turn over e alla fine ha ragione lui. La squadra non gira proprio come dovrebbe, ma ha il piglio giusto e porta a casa senza rischi la partita

Arbitro: Michael Fabbri 6: Gara non difficile anche se lascia molto scorrere. Non fischia una punizione evidente ai romanisti per concedere la regola vantaggio, ma  sbaglia


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti