Benvenuti, Ecoitaliasolidale, Scuole: “Necessari maggiori controlli e supporto psicologico”

Ancora atti di violenza, in una scuola dell'infanzia nell'XI municipio
Redazione - 29 Marzo 2019

È di ieri la notizia di indagini  coordinate dalla procura della Repubblica che hanno accertato e scoperto come un maestro 42enne di una scuola dell’infanzia nell’XI municipio, in zona Casetta Mattei schiaffeggiava i piccoli, gli urlava in faccia, li spingeva e per punirli li costringeva a gesti umilianti. Ora per lui è scattato il divieto di avvicinarsi alla scuola e ai piccoli, oltre ad essere stato sospeso dal pubblico servizio.  Ennesime e gravi violenze avvenute all’interno delle scuole. Oltre  alle indagini, alle telecamere da posizionare nei plessi scolastici quando vi sono segnalazioni, all’invito rivolto agli alunni e ai genitori di segnalare ogni comportamento “anomalo” ritengo sia il caso di una maggiore e differente presenza dell’Istituzione Scuola, più attenta anche ai profili psicologici degli operatori e dei collaboratori scolastici e degli insegnanti, ai quali ogni giorno viene affidato per ore e ore la condotta e l’educazione dei nostri figli.

È quanto dichiara in una nota Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movimento Ecoitaliasolidale.

“Riaffermo il progetto avanzato già da tempo –prosegue Benvenuti – di realizzare all’interno delle strutture scolastiche di ogni ordine e grado di Sportelli ‘di ascolto e di orientamento psicologico’ per attivare un migliore rapporto con l’istituzione scolastica, con i docenti, gli operatori ed i collaboratori scolastici, gli alunni e gli studenti nonché con i genitori. “Tale strutture di ascolto e di supporto – prosegue Benvenuti – potrebbero adeguatamente intervenire per fenomeni come devianze, cultura della violenza e del bullismo, diffusione delle droghe ed ogni problema collegato al disturbo della condotta negli adolescenti, come di problematiche proprie dell’insegnamento o di comportamento anomali da parte dei collaboratori scolastici”.

“Tematiche complesse –conclude Benvenuti- ma che debbono ricevere tempestive e preventive soluzioni per non trovarsi a dover fronteggiare situazioni gravissime come quelle accadute ancora una volta in una scuola della Capitale”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti