Bologna-Roma 2-0: sprofondo giallorosso

Marco Maestà - 23 Settembre 2018

La Roma perde anche a Bologna e quel che fa più male, è che perde quasi senza lottare, certificando con una prova assolutamente disastrosa, il momento più negativo delle ultime stagioni.
La squadra sembra completamente allo sbando ed i motivi di questa crisi evidente, non sono facilmente individuabili e per questo ancora più difficilmente risolvibili.

Nella 5ª giornata di Serie A il Bologna, che non aveva mai segnato prima, sgretola le poche certezze della difesa avversaria. I vari Manolas, Fazio e Florenzi sembrano lontani parenti dei difensori che lo scorso anno avevano reso la Roma una delle squadre più solide del campionato e quello che più allarma, è che l’allenatore sembra non avere idea del perché.

Dopo un avvio al piccolo trotto le due squadre si affrontano senza timore reverenziale ed il Bologna annichilisce la Roma sui duelli individuali.
Al 36′ De Maio scodella in area, la palla supera Olsen, che riesce solo a smanacciare goffamente ed arriva dalle parti di Mattiello il quale sembra la reincarnazione di Del Piero: palla a giro sul secondo palo e vantaggio rossoblù.

La Roma, ferita, ha un sussulto d’orgoglio, ma prima Fazio e poi Pellegrini non riescono a superare l’ex Skorupski.

Il secondo tempo inizia come il primo, la Roma prova a fare la gara lentamente ed il Bologna si chiude bene e riparte velocemente.
Di Francesco inserisce prima Pastore ed Under e poi anche Kolarov, ma la squadra non riesce a scuotersi e quando al 59’ un contropiede micidiale di Santander concede agli emiliani il doppio vantaggio, gli ospiti si deprimono ulteriormente.
Nei minuti finali si accentua il possesso palla della Roma, ma la sterilità e la mancanza di movimenti offensivi di tutti gli avanti, permette ai padroni di casa di difendersi con relativa tranquillità.

I 5 punti in classifica dopo 5 partite sono lo specchio di questo mortificante avvio di stagione ed i cori di contestazione dei tifosi romanisti presenti al Dall’Ara, fotografano esattamente la delusione di tutto l’ambiente.

Bologna (3-5-2) – Skorupski; De Maio, Danilo, Calabresi; Mattiello, Svanberg (61′ Mbaye), Nagy, Dzemaili, Krejci; Falcinelli (67′ Okwonkwo), Santander (80′ Destro sv).
A disp. Da Costa, Santurro, González, Mbaye, Valencia, Dijks, Orsolini.
All. Inzaghi.
Roma (4-3-3) – Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Marcano; Cristante (54′ Pastore), De Rossi, Pellegrini, Kluivert (58′ Under), Dzeko, Perotti.
A disp. Fuzato, Mirante, Pellegrini Luca, Juan Jesus, Santon, Nzonzi, Zaniolo, Schick, El Shaarawy.
All. Di Francesco.
Marcatori: Mattiello (B), Santander (B)
Ammoniti: De Rossi (R), Cristante (R), Fazio (R), Pellegrini (R)“


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti