Centri estivi, CoopAeL: da metà giugno alla scuola Saffi attività in sicurezza 

F. B.  - 29 Maggio 2020

Beatrice Catallo, progettista e coordinatrice della Cooperativa Sociale Ambiente e Lavoro Onlus, è intervenuta ai microfoni di Zai time, la trasmissione condotta da Riccardo Cotumaccio e Chiara Di Paola sul network Netlit.

La Cooperativa è una realtà romana che vuole prevenire l’esclusione sociale, a sostegno delle fasce deboli della popolazione, tramite iniziative coordinate con le Istituzioni locali. A presentare la CoopAeL è stata la sua progettista, Beatrice Catallo:“La cooperativa nasce nel 2009 e opera su tutto il territorio di Roma sui vari Municipi portando avanti diverse attività di sostegno a senza dimora, anziani, migranti, ma anche per i minori. Il nostro lavoro è di sostegno fisico e psicologico sia per il soddisfacimento dei bisogni primari sia con progetti educativi. In questo periodo d’emergenza abbiamo lavorato tantissimo su questi progetti”.

La conduttrice ha chiesto come sono stati rimodulati i servizi a causa del lockdown. Catallo ha spiegato: “Abbiamo portato avanti i nostri progetti soprattutto quelli legati all’emergenza alimentare, rimodulandoli sulla base dei vari decreti e sulle misure imposte di distanziamento sociale. Principalmente abbiamo proseguito con i progetti di consegna di pacchi alimentari per la famiglie e per le persone in difficoltà socio economiche con un progetto nel Municipio III. Abbiamo portato avanti i progetti dei centri di accoglienza. Abbiamo portato avanti il sostegno alimentare con la consegna di pacchi a domicilio a persone segnalate dai servizi sociali. Abbiamo continuato il progetto di Mensa Sociale attivo nel Municipio III, nel quartiere Val Melaina, con consegna del pranzo da asporto. Sono progetti che abbiamo portato avanti per persone con fragilità socio economica”.

Dar Ciriola asporto

Occupandosi il network di alfabetizzazione dei ragazzi ed essendo rivolto principalmente alle scuole, è stato chiesto a Beatrice Catallo di parlare di alcuni progetti che sono rivolti ai più giovani come per esempio “Gioco per gioco” e altri progetti per i ragazzi: “Spazi e percorsi per l’infanzia, gioco per gioco” è attivo nel Municipio Roma II, a San Lorenzo,  e si svolge all’interno della scuola elementare Saffi. Con la chiusura delle scuole il servizio è stato rimodulato con l’obiettivo di continuare a sostenere i minori e dare anche un supporto alle famiglie. Abbiamo deciso quindi di rimodulare il progetto da una parte con la didattica virtuale per dare continuità educativa tramite un canale youtube con il caricamento di video e tutorial tenuti e realizzati dagli educatori del progetto e dall’altra parte abbiamo organizzato degli incontri tramite le piattaforme web per favorire l’apprendimento e la socializzazione a distanza. Dovevamo andare avanti con i progetti per permettere a tutti di accedere all’istruzione e sostenere le famiglie”.

In vista del periodo estivo Catallo ha anticipato: “Questo progetto si trasformerà in un centro estivo. Dalla metà di giugno, sempre nel rispetto delle procedure previste, porteremo avanti questo progetto fino al 15 luglio e poi da fine agosto a metà settembre dentro il giardino della scuola. Ci organizzeremo con due gruppi di giovani dai 3 ai 10 anni e dagli 11 ai 13 anni. Verranno organizzati per loro attività e laboratori all’aperto sempre per aiutare le famiglie”.

In conclusione la progettista ha ricordato: “Ci potete seguire su tutti i canali social e sul nostro sito dove troverete l’elenco di tutti i nostri progetti e attività”.

 

F. B. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti