Sport  

Cesena-Roma 0-1: ripartenza giallorossa

La Roma porta a casa tre punti fondamentali per la corsa Champions
Marco Maestà - 23 Marzo 2015

La Roma riparte in Romagna con il cuore di Daniele De Rossi che, nel momento più difficile della sua carriera, tira fuori una prestazione di grande carattere.

Il Cesena è squadra solida ed organizzata, ma priva di grandi individualità e non riesce quasi mai a liberare i suoi uomini al tiro.
La curva sud romanista ancora in fermento, non fa mancare il proprio apporto neanche in trasferta, ma alterna momenti d’incoraggiamento alla squadra con cori di scherno per i calciatori.

roma-cesena 1La cronaca della gara dipinge una sfida molta tattica, ben giocata a centrocampo e con le difese sempre molto attente da una parte e dall’altra. La Roma che possiede doti tecniche superiori agli avversari, ogni tanto ha dei picchi di gioco che liberano in area a turno Gervinho e Ljiaic, ma un po’ l’imprecisione ed un po’ Leali, negano ai due la gioa del gol. Gol che arriva al 41’, quando dopo un cross di Holebas ed un velo di Ucan De Rossi irrompe in area, scaricando in rete tutta la sua rabbia e frustazione per il momento negativo personale e di squadra.

roma-cesenaNella ripresa il Cesena, che ironia della sorte ha il proprio uomo migliore in Carbonero, prestito stagionale dei giallorossi, cerca di recuperare il risultato, ma le idee sono poche e confuse. I cross per la testa di Djuric non sortiscono effetti positivi per la grande attenzione in marcatura del duo Astori-Manolas e la Roma tranne qualche mischia finale in area, successiva a punizioni e calci d’angolo, non soffre mai e porta a casa tre punti fondamentali per la corsa Champions.
La Lazio non molla niente dietro e con un punto di svantaggio dai giallorossi, prefigura una corsa finale per il secondo posto tutta romana.

CESENA-ROMA 0-1 (0-1)

MARCATORI De Rossi al 41′ p.t.
CESENA (4-3-1-2) Leali; Perico, Capelli, Lucchini, Krajnc; Giorgi (dal 40′ s.t. Pulzetti), Mudingayi, De Feudis (dal 23′ s.t. A. Rodriguez); Carbonero; Djuric (dal 36′ s.t. Succi), Defrel. (Agliardi, Bressan, Nica, Volta, Mordini, Gaiola, Moncini, Cascione). All. Di Carlo.

ROMA (4-3-3) De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Holebas; Uçan (dal 21′ s.t. Pellegrini), De Rossi, Nainggolan; Ljajic (dal 33′ s.t. Yanga-Mbiwa), Doumbia, Gervinho (dal 41′ s.t. Ibarbo). (Skorupski, Lobont, Torosidis, Spolli, Cole, Paredes, Iturbe, VERDE ). All. Garcia.
ARBITRO Damato di Barletta.
NOTE spettatori paganti 4.267, incasso di 105.905 EURO . Abbonati 12.308, QUOTA di 113.872,75 euro. Ammoniti Uçan, Capelli, Lucchini, De Rossi, Mudingayi per gioco scorretto. Esordio in A per Lorenzo Pellegrini

CESENA-ROMA, PAGELLE di Gianluigi Polcaro

Adotta Abitare A

Cesena:

Leali 6; Perico 6, Capelli 6, Lucchini 6, Krajnc 6; Giorgi 6 (dall’86’ Pulzetti 6), Mudingayi 6, De Feudis 5,5 (dal 69′ Rodriguez 6); Carbonero 5,5; Defrel 5,5, Djuric 6 (dall’83’ Succi s.v.). All.: Di Carlo 6

Roma:
De Sanctis 6: Attento tra i pali. Non corre grossi rischi, anche per la scarsa mira dei padroni di casa
Florenzi 7: Anche da terzino è tra i migliori. Punto di riferimento per la fase di attacco e sempre al servizio della squadra. Miracoloso nel finale, quando salva il risultato con un intervento in area su Rodriguez. Sempre più un leader di questa squadra
Manolas 6,5: Ottimo negli interventi difensivi, nonostante i problemi alla schiena. Ma stringe i denti e porta a casa una prestazione ai suoi livelli
Astori 6,5: Molto sicuro nelle uscite di testa e negli anticipi. Bene la sintonia con Manolas, con cui è più coppia rispetto a Yanga-Mbiwa
Holebas 6: Si riprende rispetto alla disastrosa prestazione di coppa. Molto deciso nei takle e molto più disinibito negli affondi sulla fascia
Uçan 6,5: Se questo è Uçan, perché non utilizzarlo prima? Di certo non lo hanno aiutato gli infortuni, ma, alla prima da titolare, è prezioso per l’economia del centrocampo. Buono il dialogo con gli altri di reparto e bene negli inserimenti e nei recuperi
(dal 67′ Pellegrini) 6: Il giovane primavera effettua un intervento prezioso in recupero
De Rossi 6,5: Ci mette la zampata del leone, con cui sigilla il gol vittoria, scacciando un periodo nero per lui e per la sua squadra. Bene nel filtro davanti alla difesa e intelligente nel saper interrompere il ritmo dei cesenati. Un po’ lento nell’impostazione, ma la squadra si affida a lui per ritrovare un po’ di ordine. Prestazione da capitano vero
Nainggolan 6: Sempre grande dinamismo a centrocampo, ma prosegue la scarsa mira quando val al tiro da fuori. Servirebbero anche i suoi gol
Gervinho 5: Ancora lento e fuori dalla manovra. Qualche guizzo in più rispetto alle ultime apparizioni, ma sempre troppo impreciso nei tiri
(dall’87’ Ibarbo) s.v.: Si rivede l’ex cagliaritano
Doumbia 5: Ancora un pesce fuor d’acqua, anche se qualche segnale di vita lo dà. Attendiamo qualche sussulto in più, sempre precisando che paga le colpe di Sabatini che lo ha portato nel momento sbagliato
Ljajic 6: Tanta fatica per lui, che spazia a destra e a sinistra dando anche un consistente apporto a centrocampo. Poco incisivo in area, ma buon assistman
(dal 79′ Yanga-Mbiwa) s.v.: Entra per coprire la parte destra
All.: Garcia 6,5: Il mister se la cava smentendo se stesso e schierando per la prima volta da titolare Uçan. C’è maggior dinamismo in campo, nonostante Gervinho e Doumbia. Un po’ cervellotico nei cambi, ma porta a casa l’agognato risultato nonostante il bel gioco sia ancora una chimera
Arbitro: Damato 6: Non vede un probabile rigore su Uçan, ma per il resto dirige senza troppi intoppi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti