Chievo-Roma 3-5, le pagelle

Primeggia il Faraone seguito da Salah, Inglese e Sorrentino. Male Manolas e Fazio
Gianluigi Polcaro - 20 Maggio 2017

CHIEVO-ROMA 3-5

Chievo: Sorrentino 7, Cacciatore 5,5, Gamberini 5 (57’ Frey 5), Cesar 5,5, Gobbi 6, Depaoli 6, Radovanovic 6, Bastien 6, Castro 7 (46’ Pellissier 6), Birsa 6, Inglese 7,5 (87’  Vignato s.v.). All. Maran 6,5

Roma:

Farmacia Federico consegna medicine

Szczesny 6: Sempre ben posizionato, nulla può sui gol presi

Rudiger 6: Sbaglia in occasione del primo gol clivense senza chiudere al centro area. Rimedia facendosi sentire sulla fascia sia in fase difensiva che in fase offensiva

Manolas 4,5: Molto disattento, insieme a Fazio balla troppo sulla linea difensiva concedendo ben tre reti ai padroni di casa

Fazio 5: Vale il giudizio per Manolas. Suo l’assist fortuito per il primo gol del Faraone

Emerson 5,5: Quando si sgancia sulla fascia è un bel vedere e riesce  per un po’ a impensierire i difensori veneti. Poi deve vedersela con gli affondi del Chievo che mettono in crisi l’assetto tattico della Roma, compresa la sua zona di competenza. Molte sviste in fase difensiva

Paredes 6: Prende in mano la squadra, ma non ci sono sussulti nella sua prestazione anche se garantisce una certa consistenza tattica

De Rossi 6: Ha più possibilità di sganciarsi in avanti pur giocando a protezione di Paredes

Strootman 6,5: Molto filtro e pressing a centrocampo e ottimi passaggi per i compagni. Suo l’assist per il secondo gol di El Shaarawy

Salah 7,5: Molto mobile, non dà punti di riferimento ai difensori gialloblu. Due gol, uno meglio dell’altro, un altro mancato per poco e tanta densità di gioco

(82’ Perotti) s.v.

Dzeko 6,5: Sonnecchia per buona parte della gara, garantendo comunque sponde e scambi con i compagni, pur senza mordere sotto porta. Mette però il sigillo alla gara con la bella rete della cinquina giallorossa

(86’ Totti) 6: Tutto il pubblico del Bentegodi lo reclama in campo e quando entra lo omaggia con gli applausi dovuti. Per la sua probabile ultima trasferta con la maglia romanista il capitano regala, in quei pochi minuti che il mister gli concede, qualche delizioso palleggio con i compagni

El Shaarawy 8: Il mattatore. Segna due reti talmente importanti che potrebbero portare la squadra in Champions senza preliminari. Prima rete a sfruttare un errore difensivo del Chievo che permette alla Roma di agguantare il primo pareggio. Poi grande gol del 2-3 che porta in vantaggio la squadra

(70’ Nainggolan) 6: Non al meglio entra per riequilibrare la squadra sulla destra e fa il suo

All. Spalletti 7: Nonostante le molte pecche difensive dei suoi la squadra non molla l’obiettivo e lo persegue fino alla fine

ARBITRO: Damato 5: La sua direzione è accettabile ma pesano sul giudizio i due errori sulle doppiette del Faraone e di Inglese che erano in fuorigioco


Commenti

  Commenti: 1


  1. grazie al giornalista che credo di ricordarmi si chiama mauro o marco per avermi accennato al suo articolo. partita aperta grande roma totti si sarebbe voluto vedere di più pazienza è un campione e lo dimostra anche con pochi minuti in campo, da tifoso del chievo dico bene roma grande squadra

Commenti