Continua l’occupazione di “Ri-Pubblica” nell’ex cinema America

L'occupazione cominciata martedì 13 novembre 2012 nel cinema America da temporanea diventa permanente
Enzo Luciani - 19 Novembre 2012

Si è conclusa domenica 18 novembre 2012 "Ri_pubblica", la quattro giorni di assemblee e dibattiti promossa da una vasta coalizione di movimenti, collettivi, associazioni e singoli cittadini che, martedì 13 novembre 2012, hanno riaperto le porte dello storico cinema America nel cuore di Trastevere. Obiettivo dell’iniziativa rafforzare il collegamento e l’alleanza tra le diverse vertenze e lotte sociali del territorio romano identificando le sfide comuni.

Le campagne per la ripublicizzazione di ACEA e Cassa Depositi e Prestiti, la convocazione degli stati generali sulla democrazia e la partecipazione, azioni per impedire la svendita del demanio pubblico, l’adesione alla giornata di mobilitazione internazionale contro le banche sono solo alcune delle proposte emerse dai tre tavoli tematici su Finanza, Democrazia e Territorio.

La scelta del luogo per l’occupazione temporanea di Ri_Pubblica, era infatti caduta sul cinema America su proposta dall’Assemblea Giovani al Centro, uno dei soggetti della rete che aveva già svolto nei mesi scorsi un intenso lavoro di comunicazione e relazione con i comitati di quartiere e gli abitanti di Trastevere. L’occupazione ha infatti riscosso un sostegno unanime da parte del rione, sono quasi mille le firme raccolte in soli 4 giorni a sostegno della riappropriazione dello spazio da parte dei cittadini.

L’iniziativa di questi giorni ha aperto la partita del futuro del cinema America, oggi un affollattissima assemblea pubblica partecipata da associazioni e residenti ha manifestato la volontà di proseguire attraverso una gestione partecipativa dello spazio. Dall’inizio della prossima settimana l’occupazione si trasfromerà da temporanea in permanente e si aprirà un’intensa settimana di assemblee aperte a tutti per definire una programmazione a lungo termine che risponda ai bisogni culturali, sociali e politici del quartiere.

Ma Ri_pubblica, non è un evento e non si ferma qui, e a partire dalle proposte di ripublicizzazione e delle forme di democrazia diretta e partecipativa dei cittadini, attraverserà la città e le vertenze,le reti associative e i quartieri, le forze politiche e il prossimo governo di questa città. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti