E’ un corto circuito la causa dell’incendio nella casa del Grande Fratello

L' ad di Cinecittà Giuseppe Basso: "La trasmissione si farà. Ricostruiremo tutto e da subito"
La Redazione - 17 Dicembre 2013

E’ stato un corto circuito la causa dell’incendio che, venerdì 13 dicembre, è divampato nella casa del Grande Fratello all’interno degli studi televisivi di Cinecittà. Questa la conclusione dei vigili del fuoco arrivata dopo alcuni accertamenti eseguiti sul posto. Sul rogo l’ufficio del pubblico ministero ha aperto un fascicolo, ma senza ipotesi di reato.

incendio grande fratelloOltre alla casa pronta per ospitare gli inquilini del reality di Canale 5, il cui inizio è previsto per il 23 gennaio 2014, il rogo ha colpito anche le strutture limitrofe adibite negli anni a spazi funzionali al programma (tugurio, stanze segrete, ecc.) e la sala che ospitava la regia del programma. Nonostante il grave incidente, Mediaset e la casa di produzione Endemol assicurano che la trasmissione si farà. “Ricostruiremo tutto e da subito. I tempi saranno rispettati – ha fatto sapere l’ad di Cinecittà Giuseppe Basso – Abbiamo già individuato l’area, proprio accanto alla collinetta della casa del Grande Fratello andata distrutta, dove ricostruire tutti gli ambienti”.

Un grande lavoro per gli operai che dovranno ricostruire una casa di 1700 mq e riattrezzarla nuovamente con tutti gli arredi, visto che quelli già collocati sul set televisivo sono andanti in fumo. Molti i commenti apparsi in questi giorni sui social network, da quelli cinici degli utenti che esultavano per l’accaduto a quelli di solidarietà alla produzione del programma da parte di alcuni personaggi dello spettacolo coinvolti nel corso degli anni nella trasmissione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti