Da Ventosa di Santi Cosma e Damiano (LT) a Genazzano (RM)

Attilio Migliorato - 22 Giugno 2022

Nel fine settimana, a distanza di sei mesi, da Tor Tre Teste sono ritornato “nel mio paradiso”. Un borgo come tanti in Italia, ma il quel piccolo borgo ho le mie radici. La casa di pietra “corenese” se l’hai la devi curare, devi aprire le finestre, le mura devono respirare l’aria esterna, l’aria che viene dal mare e dai monti. Il piccolo giardino lo devi curare, il “padrone” si deve far vedere, deve calpestare la propria terra. I rami dei tuoi alberi non devono invadere la proprietà altrui.

Comportarsi bene è non infischiarsene dei diritti degli altri, non far parte dei furbetti che credono di vivere bene e meglio a discapito degli altri.

Non mi sono occupato solo delle mie cose, ho anche prelevato da una discarica abusiva, in orto privato, tanto materiale usato da imprese edili e poi gettato a casa di altri. Tanto altro, visibile a tutti, non sono riuscito a tirarlo fuori dall’orto recintato (lattine di olio per macchine, metri di corrugato, teli di plastica, lattine di vernice).

Mi sono occupato di osservare la perdita di acqua pubblica da un tubo esterno di una abitazione privata, che goccia su goccia aveva formato una pozza di acqua su una strada in discesa. Una goccia d’acqua più una goccia d’acqua riescono a bucare la roccia. Osservare significa anche telefonare al concessionario dell’acqua pubblica per far riparare la perdita.

Dicevamo, comportarsi bene. La domanda nasce spontanea, perché il privato dell’orto e della casa privata non hanno fatto e non fanno nulla? Un politico mio conoscente mi ha risposto: i nostri non sono paesi seri!

Dacia Maraini nel suo editoriale di ieri 21 giugno 2022 sul Corriere della Sera  ha scritto “….un paese come Genazzano, nel Lazio, dove un sindaco volenteroso e un assessore pieno di idee puntano sulla cultura per promuovere e costruire un futuro di consapevolezza e responsabilità. Hanno trasformato un antico castello abbandonato in un luogo di incontro e creazione. La musica, la pittura, il teatro, la letteratura attirano i cittadini e li rendono vogliosi di partecipare a progetti comuni (…) . Perché non proporlo come punto di riferimento, come modello per una convivenza pacifica? Dove circola il pensiero, dove le parole diventano ricerca e progetto, non circola l’odio che nasce dalla ignoranza e dal rifiuto dell’altro…. Si è costituita una associazione chiamata Plasticfree che raccoglie la plastica dalle acque, ma anche da valli e campagne. L’iniziativa ha attirato tante persone di altri comuni ed è presto diventata una associazione nazionale che una volta alla settimana riunisce adulti e bambini per pulire i vari territori dalle immondizie. Il volontariato è il nostro bene più prezioso, e sostituisce spesso l’inerzia e la fragilità delle istituzioni, ma non se ne parla mai sui media. Eppure rappresenta la parte più preziosa del paese e andrebbe visto e additato come modello per coloro che sono ancora infognati in un cinico qualunquismo… Strano Paese il nostro in cui dominano: l’illegalità, un individualismo sfrenato, una tendenza alla rissa continua, e poi, andando in giro si scoprono casi straordinari di grande civiltà e impegno sociale.

Macelleria Colasanti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti