Categorie: Politica

Fiaccolata contro prostituzione e silenzio delle istituzioni

Figliomeni-Rinaldi (FDI): "La nostra iniziativa di protesta del 15 luglio partirà da via dei Meli ed arriverà alla sede del Municipio di via Prenestina"
“Occorre fermare il fenomeno dilagante della prostituzione di strada, spesso anche diurna, che, oltre ad essere odioso a causa dello sfruttamento di donne e minori, al tempo stesso, è una continua mortificazione per residenti, famiglie e bambini dei quartieri costretti ad assistere a scene di indicibile degrado. Siamo intervenuti ripetutamente con la predisposizione di numerosi atti sia all’indirizzo del V municipio e del Campidoglio a guida grillina che verso le altre Istituzioni centrali ma i risultati non sono stati quelli sperati. Come Fratelli d’Italia abbiamo organizzato una fiaccolata contro la prostituzione su viale Palmiro Togliatti e zone limitrofe per la sera del prossimo 15 luglio, con partenza dall’incrocio di via dei Meli ed arrivo alla sede del Municipio di via Prenestina, affinché si continui a tenere accese le luci su una vicenda che fa emergere, in maniera eclatante, come i 5 Stelle e la sinistra abbiano letteralmente abbandonato questo importante quadrante della città. I cittadini non meritano di vivere in queste condizioni nè di assistere ad interventi spot di Raggi e compagni prima delle elezioni per poi ritornare nel dimenticatoio per altri cinque anni. Come Fratelli d’Italia siamo consapevoli di poter scendere in strada a testa alta, accanto ai cittadini, con le nostre fiaccole reiterando le nostre proposte poiché abbiamo sempre cercato di compiere ogni azione per invitare le Istituzioni a fermare questo scempio che oramai ha raggiunto livelli inaccettabili”.
Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, vice presidente dell’Assemblea Capitolina e Daniele Rinaldi coordinatore del partito in V municipio.

Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento