Forza venite gente ai matinées del Teatro Sistina

Negli spettacoli per le scuole torna, per il quinto anno consecutivo, il Musical di Pietro Romano e il suo San Francesco d’Assisi
di Riccardo Faiella - 2 Dicembre 2007

Da un progetto nato nel 1981 come raccolta di canzoni sulla parte più importante della vita di Francesco d’Assisi, ha avuto origine il musical più rappresentato al mondo negli ultimi anni e uno dei più riprodotti nei nostri teatri: Forza venite gente.

E non poteva mancare neanche questa stagione. Il 29 novembre l’esordio al Teatro Sistina, di via Sistina-129, sopra piazza Barberini. La replica il giorno dopo.

È il quinto anno consecutivo che la Compagnia Piccolo Borgo rappresenta, nel programma dei matinée del Sistina dedicati alle nostre scolaresche, lo spettacolo sulla vita del santo patrono d’Italia (insieme a Santa Caterina da Siena). Su quel bel giovanotto che nell’anno 1207, spogliatosi di tutte le sue ricchezze, abbandona l’agiatezza e la frenetica vita scegliendo di vivere nella più assoluta povertà.

Inutili saranno gli sforzi del padre, Pietro di Bernardone, e dei suoi amici per farlo desistere. Francesco inizierà il suo mistico cammino sulla strada che lo porterà a parlare con gli animali, a trattare con gli uomini e a fondersi con gli elementi. Alla fine del suo percorso ci lascerà la sua opera più bella: il Cantico delle Creature.

Ad interpretare il ruolo del poverello di Assisi è sempre, e ormai da un lustro, Pietro Romano il quale, insieme al suo abituale collaboratore Marco Stopponi, cura anche la regia. E vedere Pietro nei panni di Francesco, ma soprattutto sentendolo cantare, con la sua gradevole voce dalla perfetta intonazione, è facile immaginare come il santo di Assisi riuscisse a farsi comprendere dagli uccelli e da tutte le altre creature viventi.

La tradizione si perpetua sul palcoscenico del Sistina, diffusa nell’àere dal canto dei protagonisti, e respirata dai tanti bambini chiassosi, puliti e sognanti che hanno occupato l’intera platea e galleria.

Con lo sguardo in su, gli occhi sgranati, il nostro futuro si è riempito di meraviglia catturato dalle coreografie di Marco e Stefano Stopponi; dalle dolci movenze del balletto Crazy Gang; dalle intense interpretazioni di Giorgio Giurdanella (Bernardone) e Loredana Corrao (la Cenciosa del paese); dai bellissimi costumi indossati dai protagonisti che hanno dato vita a Chiara di Offreduzzo, l’amica di Francesco; al Lupo di Gubbio; a Satana; al biondo Angelo; agli Uccelli; agli Alberi dalle verdi foglie e a tutti gli altri elementi come la Povertà, la Provvidenza, il Sole, la Luna e la Morte.

È buona cosa e saggia, abituare al bello le nuove generazioni. Far vedere che il cattivo, vestito da lupo, si può redimere con l’amore. L’eterna lotta tra il bene (l’Angelo) e il male (Satana). La gioia di una povera cenciosa davanti una pagnotta di pane, che insegna come la felicità può essere raggiunta grazie a piccole cose oggi dimenticate.

Ma la scena finale è l’emblema di tutta la rappresentazione, un inno al futuro, un elogio a tutti quei bambini in sala. A differenza di come accade spesso, e di come i grandi insegnano ai piccoli, in Forza venite gente è il padre che si inginocchia davanti al figlio per chiedergli perdono. E l’amore disintegra ogni incomprensione e non può che portare ad un tenero abbraccio tra Francesco e Pietro di Bernardone.

Prossimi appuntamenti con la compagnia Piccolo Borgo al Sistina:

18 e 24 gennaio: Forza venite gente – 12,13 e 14 febbraio: Scusi, Lei ci crede ai miracoli? I semi di un bosco – 3 e 4 aprile: Forza venite gente – 9, 10 e 11 aprile: Scusi, Lei ci crede ai miracoli? I semi di un bosco – 7 e 8 maggio: Scusi, Lei ci crede ai miracoli? I semi di un bosco.

Inizio spettacoli ore 10:45

Informazioni e prenotazioni

lun-ven ore 10-13: Renato e Francesca Biagioli 349 31.58.473

mar-ven ore 16-18: 06 58.06.369

e-mail: francescabiagioli@gmail.com

lun-ven 16- 20: Tommaso Sbardella 339 21.83.738

In alternativa Telefonare allo 06 86.00.875 oppure 338 89.53.738


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti