Genoa-Lazio 2-1: sconfitta al 94′

La Lazio decimata dagli infortuni è stata sconfitta da un goal al 94’ di Criscito. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 18 Febbraio 2019

Stop all’ultimo minuto per la Lazio a Marassi contro il Genoa. Il match della 24ª giornata è stato deciso da un goal di Criscito al 94’, grazie al quale i padroni di casa hanno ribaltato il risultato che dopo il primo tempo li vedeva sotto per il goal di Badelj al 44’.

La sconfitta della Lazio è stata immeritata perché prima di subire il pareggio di Sanabria al 75’ aveva sfiorato per ben due volte il raddoppio. In un’occasione il portiere Radu è stato prodigioso sulla conclusione di Correa, nel secondo la semi rovesciata di Badelj si è stampata sulla traversa.

Ma la sconfitta è anche figlia di un organico che in questa fase cruciale della stagione sta mostrando tutti i suoi limiti ed al quale la Società non ha mosso i giusti correttivi nel mercato di gennaio. Un esempio: Caicedo non può fare il vice Immobile, l’ecuadoregno ha dimostrato di essere un buon giocatore solo contro avversari modesti (Frosinone ed Empoli).

La prima gioia di Badelj

Contro il Genoa mister Inzaghi ha dovuto schierare una formazione d’emergenza, viste le assenze per infortunio di Luis Alberto, Milinkovic, Parolo, Luiz Felipe, Bastos, Wallace, Durmisi, Berisha e Lukaku. In compenso fra gli undici titolari c’è stato Immobile, anche se a mezzo servizio. Pure Leiva ha avuto un problema ed infatti ha iniziato la gara dalla panchina.

La partita di Marassi nei primi minuti è stata priva di emozioni. Al 34’ i padroni di casa con Sanabria hanno messo paura ai laziali ma per fortuna Strakosha ci ha messo una pezza all’errore di Acerbi, che ha favorito la giocata dell’attaccante rossoblù.

Genoa-Lazio 2-1Passato il pericolo anche la Lazio si è fatta vedere in avanti ed al 44’ ha trovato il goal del vantaggio.
L’azione è stata bellissima, con Immobile che si è creato lo spazio per permettere a Badelj di tirare una sorta di rigore in movimento. Per l’ex Fiorentina è stato il primo goal in biancoceleste.

Traversa clamorosa

Il goal alla fine del primo tempo ha galvanizzato i capitolini che ad inizio ripresa hanno sfiorato il raddoppio con Correa, ma nell’occasione l’estremo difensore rossoblù è stato bravissimo ad allungarsi per deviare il tiro dal limite dell’attaccante. Con la partita in assoluto controllo Inzaghi ha deciso di richiamare in panca Immobile per inserire Caicedo. Al 63’ Badelj, in giornata di grazia è andato vicinissimo alla doppietta ma la sua semi rovesciata si è stampata sulla traversa.

Minuti di recupero fatali

Genoa-Lazio 2-1Da questo momento la partita è cambiata anche perché nel frattempo Inzaghi ha tolto Romulo per inserire Leiva non al meglio e Radu, il quale anche lui ha accusato un problema fisico. Al posto del rumeno ha esordito l’oggetto misterioso Bruno Jordao, alla prima gara con la maglia della Lazio.

Dopo queste sostituzioni il Genoa ha trovato il pari con Sanabria, che ha sfruttato un errore proprio di Leiva.
In pieno recupero ecco la frittata, con i padroni di casa che hanno completato la rimonta, grazie al tiro da fuori di Criscito.

Le pagelle di Genoa-Lazio 2-1

Strakosha 5.5 – Ha effettuato delle belle parata ma non ha perso il vizio di deviare la palla centralmente, dove spesso ci sono appostati gli attaccanti avversari.

Patric 5.5 – Ha fatto il suo con impegno ma la partita di Marassi ha evidenziato anche i suoi limiti tecnici.

Acerbi 6 – Ha commesso un solo errore che poteva costare caro. Nel resto della gara ha cercato di guidare al meglio una difesa in emergenza.

Radu 6 – Ha dato tutto quello che aveva, nella ripresa è stato costretto a chiedere il cambio.

72′ Jordao 6 – Sufficienza di incoraggiamento, nel giorno del suo esordio con la maglia della Lazio.

Marusic 5 – Partita insufficiente, ha sbagliato parecchie giocate

Romulo 6.5 – L’ex di giornata non ha demeritato anzi è stato uno dei migliori. Non a caso la Lazio ha prestato il fianco al Genoa proprio quando è uscito.

64′ Leiva 5 – Purtroppo ha giocato l’ultima mezzora non in perfette condizioni fisiche, commettendo un errore fatale che ha permesso a Sanabria di siglare l’1-1.

Badelj 7 – L’ex Fiorentina finalmente si è preso la Lazio, giocando una gara di livello impreziosita da un goal ed un quasi goal, con quella traversa che gli ha impedito di festeggiare la doppietta e probabilmente i tre punti.

Cataldi 6 – Con Parolo out ha avuto una grossa chance da titolare, provando a fare lo stesso lavoro oscuro e fondamentale del compagno.

Lulic 5 – Il bosniaco è stanco e si vede. Ha sbagliato molto, anche le cose più semplici.

Correa 5 -Il funambolo argentino giochicchia troppo e come contro il Siviglia è mancato in concretezza. Tante giocate ma tutte fine a sé stesse. L’unica cosa bella l’ha combina ad inizio ripresa, con il tiro che Radu ha deviato in angolo.

Immobile 6.5 – Anche se al 50% delle sue forze ha dato lo stesso il suo apporto, servendo l’assist per il momentaneo vantaggio firmato da Badelj.

55′ Caicedo 5 – Meglio un Immobile a mezzo servizio che lui a tempo pieno! In occasione del goal decisivo di Criscito ci ha messo del suo saltando a vuoto e regalando la passa al giocatore di casa.

Genoa-Lazio 2-1All. Simone Inzaghi 5 – In questa gara la Lazio è stata sfortunata ma ci sono stati alcuni errori del tecnico, come quello di inserire Leiva non al top per Romulo che fino a quel momento è stato uno dei migliori.

GENOA

Radu 7; Biraschi 6.5 (Pereira 6), Romero 5.5, Zukanovic 5.5, Criscito 7; Rolon 6.5, Radovanovic 5.5 (Pandev 5.5), Lerager 5.5; Lazovic 5 (Bessa 5.5), Sanabria 6.5, Kouame 5.5. All. Cesare Prandelli 6.5.

Arbitro: Luca Banti (Sez. Livorno) 6.5

Il tabellino di Genoa-Lazio 2-1

Marcatori: 44′ Badelj (L), 75′ Sanabria (G), 90’+4′ Criscito (G)

GENOA (4-3-3): Radu; Biraschi (88′ Pereira), Romero, Zukanovic, Criscito; Rolon, Radovanovic (56′ Pandev), Lerager; Lazovic (46′ Bessa), Sanabria, Kouame. A disp.: Marchetti, Jandrei, Gunter, Pezzella, Lakicevic, Veloso, Dalmonte. All.: Cesare Prandelli.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu (72′ Jordao); Marusic, Romulo (64′ Leiva), Badelj, Cataldi, Lulic; Correa, Immobile (55′ Caicedo). A disp.: Proto, Guerrieri, Kalaj, Neto. All.: Simone Inzaghi.

Arbitro: Luca Banti (Sez. Livorno). Ass.: Bindoni – Di Vuolo. IV uomo: Piccinini. VAR: Abisso. AVAR: Lo Cicero.

NOTE. Recupero: 1′ pt. Ammoniti: 69′ Patric (L), 78′ Romero (G), 90′ Badelj (L)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti