I licei romani scendono in piazza

Oltre 3000 studenti in protesta contro l'immobilità del Governo
di Serena Panacchia - 4 Ottobre 2013

Sono circa 3000 gli studenti, di 18 scuole differenti, che da questa mattina, venerdì 4 ottobre, stanno attraversando le strade del centro di Roma. Sono partiti da Piramide, con l’obiettivo di proseguire su viale Aventino e via Cavour verso la stazione Termini.

SCUOLA: CORTEO STUDENTI A FIRENZE“Vogliamo i fatti e non scendiamo a patti!”, è questo lo slogan degli studenti che affermano: “Siamo stanchi della immobilità di questo Governo che non fa niente per risolvere i problemi della scuola, ma non solo. Allora ci muoviamo noi, contro scelte che tutelano solo gli interessi dei politici e delle loro finanze”.

Il corteo inizia con gli striscioni listati a lutto e un lungo applauso in ricordo dei morti nel tragico naufragio di Lampedusa. “Protestiamo contro l’immobilità di questo Governo – continuano gli studenti – che pensa solo alla sua stabilità ma non a quella del Paese, lascia in vigore la legge Bossi-Fini e non sa accogliere le persone che vengono dal mare”.

Nel pomeriggio è previsto, invece, un appuntamento presso la metro di Garbatella, per recarsi in corteo al palazzo della Regione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti