Il programma di Alemanno per Roma. Le anticipazioni

Pubblicati su La Repubblica tutti i progetti del sindaco: dal nuovo Gra alla sicurezza
da La Repubblica - 22 Maggio 2008

ll programma di Alemanno per Roma è stato anticipato su La Repubblica del 22 maggio 2008 in un articolo di Giovanna Vitale. Eccolo qui di seguito.

È contenuto in 25 cartelle dattiloscritte che Repubblica è in grado di anticipare il documento programmatico che il sindaco Alemanno illustrerà lunedì nel corso del primo consiglio comunale trasmesso in diretta web. Sedici capitoli dedicati ad altrettanti temi relativi alla governance di Roma e ai progetti che intende attuare da qui al 2013 per trasformare la città a sua immagine e somiglianza. Vediamo.

Infrastrutture. Dopo aver sottolineato l´importanza di avviare la riforma istituzionale che porti alla nascita del Distretto federale, nel testo si segnala la necessità di redigere un "Piano strategico della mobilità" che abbia come priorità l´inizio dei «lavori della Nuova Infrastruttura Anulare», ovvero il secondo Gra, utile a decongestionare quello esistente. Fatti salvi i cantieri delle metro B1, C e D già aperti o in fase di progettazione avanzata.

Traffico. Oltre all´installazione di apparecchi di controllo satellitare sui bus (ma niente si dice sui taxi) per migliorare la sicurezza e razionalizzare la frequenza, Alemanno intende «rimettere mano al Piano generale del traffico urbano» per armonizzarlo con i nuovi insediamenti e la rete del trasporto pubblico locale. I jumbo-bus spariranno, sostituiti con vetture «meglio calibrate alla peculiarità del sistema viario romano», i corridoi della mobilità verranno ridefiniti. Per alleggerire il centro storico, invece, aumenterà il numero delle navette elettriche e dei parcheggi di scambio e di prossimità. Per valorizzare il litorale è previsto, tra l´altro, il prolungamento della Roma-Lido fino a Torvajanica, con l´equiparazione della linea ferroviaria – in quanto a frequenze e orari – con quella metropolitana.
Sicurezza. Molto è stato detto. Tra i concetto ribaditi nel testo, l´armamento dei vigili urbani, la chiusura dei campi nomadi abusivi e contestuale «delocalizzazione» di quelli autorizzati «in zone esterne al centro abitato», repressione della mendicità minorile, sorveglianza anti-spaccio fuori dalle scuole, con plessi sorvegliati da personale comunale appositamente formato.

Casa e Urbanistica. Oltre alla costruzione di 40mila nuovi alloggi come previsto dal Piano Casa nazionale, la giunta del Pdl realizzerà residenze da vendere e affittare a prezzi concordati; aumenterà i canoni degli appartamenti sfitti per compensare l´abolizione dell´Ici sulla prima casa; contrasterà le occupazioni abusive; creerà, d´accordo con le banche, fondi agevolati per la contrazione di mutui per l´acquisto della prima casa. Con le varianti al Prg individuerà aree per l´edilizia sociale; istituirà un "Piano integrato di sviluppo" per attuare il modello di città policentrica; riqualificherà le periferie utilizzando lo strumento «prioritario» delle demolizioni/ricostruzioni: verranno cioè concessi "premi di cubatura" ai costruttori che se ne incaricheranno.

Sport. Era stato già annunciato in campagna elettorale: Roma e Lazio riceveranno in concessione le aree dove costruire due nuovi stadi, anche per ospitare i "musei del calcio" e aree di intrattenimento. Fra gli impianti da costruire: un altro palazzetto dello sport, uno stadio del ghiaccio, uno dedicato alla boxe.

Ambiente. In arrivo la rivoluzione dei rifiuti: 4 termovalorizzatori in 5 anni e aumento della differenziata (al 35% nel 2010) attraverso la raccolta per condomini; servizio mirato per supermercati e ristoranti; porta a porta con l´ausilio dei privati. Ancora: abbattimento degli "ecomostri" e tutela degli animali «con una politica rigorosa di sterilizzazione dei randagi»; incentivi all´acquisto di auto e moto elettriche.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti