Istituto Professionale di Roma rende potabile l’acqua a Nairobi

Tecnologie e scambi culturali per un gruppo del Sisto V e sudanesi con il progetto 'Masai: Bere l’acqua dal sole’
di Serenella Napolitano - 7 Settembre 2009

Si è tenuta questa mattina presso Palazzo Valentini a Roma la conferenza stampa per presentare il progetto ‘M.A.S.A.I.: Bere l’acqua dal sole’, promosso dal presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e l’assessore alle Politiche della Scuola, Paola Rita Stella, in collaborazione con l’Istituto professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato ‘Sisto V’ di Roma.

L’iniziativa vede coinvolta una delegazione dell’istituto capitolino (zona Bufalotta), che dal 9 al 16 settembre sarà a Nairobi, capitale del Kenya, per l’installazione di un dispositivo ad energia solare per rendere l’acqua potabile.

Il dispositivo, realizzato dai ragazzi della scuola romana, è destinato a migliorare le condizioni di vita di 170 allievi dell’Istituto professionale di Nairobi ‘Bosco Boys’, ai quali gli studenti del ‘Sisto V’ trasferiranno le competenze per l’attivazione di progetti di autosviluppo del solare termico. Il progetto, finanziato dalla Provincia di Roma con un importo di 15mila euro, ha coinvolto gli studenti del ‘Sisto V’ che in questo modo porteranno avanti un grande sogno cooperando con i ragazzi sudanesi profughi in Kenya.

“La Provincia di Roma – spiega l’assessore Stella, che accompagnerà la delegazione nel viaggio – è particolarmente sensibile ai temi della cooperazione internazionale, dell’integrazione e dello scambio culturale. Temi che rivestono un significato ancora più profondo quando, come in questo caso, sono direttamente coinvolte le scuole e le giovani generazioni”.

L’iniziativa realizza un’idea, nata nel corso del ‘World Social Forum’ dall’incontro tra volontari dell’associazione ‘Insieme nelle Terre di Mezzo’ e allievi del ‘Sisto V’, che si è tradotta in una straordinaria sinergia fra studenti, esperti ENEA, associazioni e docenti, accomunati da un proposito all’avanguardia: trasformare la scuola in un laboratorio di ricerca sperimentale sulle applicazioni dell’energia solare per portare l’acqua potabile a basso costo in Kenya.

Durante il soggiorno in Africa gli studenti visiteranno anche il Museo nazionale di Nairobi e il ‘Karen Blixen Museum’ (dedicato all’autrice de ‘La mia Africa’), incontreranno la comunità sudanese di Kalimoni ed effettueranno un Safari nel ‘Nairobi National Park’.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti