Farmacia Federico consegna medicine

La scuola Pisacane potrebbe cambiare nome

Marsilio: "mi auguro che la richiesta di modifica non venga accolta"
A.M. - 19 Maggio 2009

La scuola elementare Carlo Pisacane continua a far parlare di sé. Dopo le polemiche sulla multietnicità che la caratterizza, arriva la proposta da parte del consiglio di circolo e della dirigente scolastica di cambiare nome alla scuola in questione intitolandola all’educatore, filosofo, pedagogo, giapponese Makiguchi Tsunesaburo, fondatore nel 1930 dell’Istituto Buddista Soka Gakkai, un’associazione mondiale che conta oltre 12 milioni di membri in 192 nazioni e territori del mondo il cui obiettivo è quello di creare una società pacifica che valorizzi la vita di ogni persona.

Immediata la reazione dell’assessore alla scuola Marsilio che dichiara di aver scritto al Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Maddalena Novelli, augurandosi che la richiesta di modifica non venga accolta, anche in risposta all’accorato appello inoltrato dal Comitato delle mamme della scuola Pisacane. “È importante – dichiara la Marsilio – assegnare alla scuola quella continuità tra presente e passato la cui rilevanza storica affonda le proprie radici nella storia risorgimentale. Si tratta, infatti, di ribadire anche attraverso le intitolazioni di scuole il valore imprenscindibile di un’identità comune.

Per quanto riguarda il pedagogo giapponese credo che la sua conoscenza possa essere comunque promossa attraverso altre iniziative e attività. Con l’occasione ho anche sottoposto al nuovo direttore del USR la problematica riguardante il mancato rispetto dell’accordo di rete, volto a favorire l’equa distribuzione di alunni stranieri nelle classi, da parte della stessa dirigente scolastica e che ha causato la riconferma per la prima elementare dell’80 per cento di alunni non italiani”.

Non è dello stesso parere il consigliere del VI Municipio Massimo Lucà che a riguardo dichiara: "Ritengo molto grave la pressione indebita esercitata dall’Ass. Marsilio al Dirigente scolastico Regionale, poiché si lede l’autonomia scolastica e quella del Consiglio di Circolo che ha democraticamente deciso di intitolare la scuola elementare Pisacane all’illustre pedagogista Tsunesaburo Makiguchi, dopo un cammino fatto di mostre e percorsi didattici all’insegna dello sviluppo sostenibile, che ha visto attribuire da parte dell’ONU alla stessa scuola un riconoscimento per “I semi del Cambiamento”.

La scelta ha peraltro lo scopo di far scemare l’attenzione su questa scuola e sul suo corpo docente bersagliato finora da un’insensata campagna discriminatoria e diffamatoria.
Vorrei inoltre tranquillizzare l’Assessore che la tradizione risorgimentale continuerà ad essere ben rappresentata poiché la scuola dell’infanzia adiacente resta intitolata a Carlo Pisacane. Non mi verrebbe mai in mente di cambiare il nome all’Ist. Kant solo perché è di origine tedesca. L’arricchimento culturale nasce dalla mescolanza di culture diverse, non dal rinchiudersi in se stessi, con una logica protezionistica ed anche un po’ razzista.

Quindi – conclude Lucà – pieno sostegno al Consiglio di Circolo, alla Dirigente scolastica e al corpo docente che democraticamente hanno sostenuto quasi all’unanimità questa decisione ed affrontato più in generale un anno scolastico denso di polemiche e contestazioni che il loro impegno, la loro professionalità e dedizione al lavoro non meritano".

Altri articoli relativi all’argomento:

L’assessore Marsilio interviene a T9 sulla preside della Pisacane
E scatena le reazioni del Pd: "dichiarazioni irresponsabili e inadeguate da parte di una carica istituzionale. Intervenga Alemanno"

Adotta Abitare A

Caso Pisacane: il Pd chiama in causa Alemanno, il Sindaco risponde
Alemanno: "condivido la posizione dell’assessore Marsilio"

La Dirigente scolastica della scuola “Iqbal Masih” sulla vicenda della Pisacane
Salacone: "a quale miseria culturale stiamo arrivando?"


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti