La sinistra extraparlamentare in piazza contro il governo Berlusconi

L'11 ottobre Prc, Sd, Pdci manifestano contro le politiche economiche e sociali del governo Berlusconi
di Emiliana Costa - 10 Ottobre 2008

L’opposizione torna in campo. Sabato 11 ottobre i partiti della sinistra extraparlamentare (Prc, Sd, Pdci) manifestano contro le politiche economiche e sociali del governo Berlusconi. Il corteo, che sfilerà da piazza della Repubblica alla Bocca della Verità, rappresenta un’altra occasione di protesta nei confronti della riforma Gelmini e potrebbe essere aperto proprio con uno striscione sulla scuola.

“Interverrò alla manifestazione di sabato per esprimere il dissenso profondo nei confronti di una politica scolastica eversiva del dettato costituzionale e che, oltre ad operare tagli, sradica l’istituzione scuola, così come l’hanno pensata e voluta i padri della Costituzione”, dice Simonetta Salacone, dirigente scolastico dell’elementare “Iqbal Masih” e capofila della protesta contro il maestro unico.

Slogan e striscioni non saranno però solo contro la riforma Gelmini. Salari, disarmo, vertenze territoriali (Ponte di Messina, TAV, Vicenza), difesa della contrattazione collettiva, laicità, democrazia, giustizia uguale per tutti, libertà e pluralismo nella comunicazione, no al nucleare rappresentano i punti forti della contestazione.

Fresco Market
Fresco Market

L’iniziativa di sabato è anche un modo per i partiti extraparlamentari di far sentire la propria voce, dopo il fallimento alle ultime elezioni politiche. “E’ importante essere presenti l’11 ottobre – spiega Anna Fedeli, rappresentante del Prc – perché è il primo passo per la ricostruzione di una Sinistra, che pur fuori dal Parlamento, deve riappropriarsi della capacità di parlare alla gente, a partire dai temi sociali ed economici che stanno affliggendo il nostro Paese”.

Rifondazione comunista, Sinistra democratica e il Partito dei Comunisti Italiani hanno scelto però di scendere in piazza divisi dal Pd di Walter Veltroni, che ha organizzato per il 25 ottobre una manifestazione contro il governo Berlusconi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti