Lazio-Benevento 5-3: goleada ma con qualche brivido di troppo

Pioggia di goal all’Olimpico con i campani che ad un certo punto hanno rischiato anche di pareggiare. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 18 Aprile 2021

La Lazio all’Olimpico contro il Benevento ha messo a segno la quinta vittoria consecutiva, al termine di un match concluso 5-3 e con tanti colpi di scena. Nonostante i cinque goal i tre punti sono stati in bilico fino all’ultimo secondo dato che il Benevento sul 4-1, dopo il rigore sbagliato da Immobile che poteva portare il match sul 5-1, ha rimontato la Lazio fino al 4-3.

Solo al 96’ Immobile in contropiede ha messo la parola fine a questa gara con la rete del 5-3. In precedenza il bomber biancoceleste aveva interrotto il suo digiuno già al 10’, propiziando l’autogoal di Depaoli e con il goal del 2-0.

Il suo bottino poteva essere più ampio dato che al 37’ ha lasciato calciare il penalty del 3-0 a Correa e che al 55’ ha fallito il rigore del possibile 5-1.

Immobile torna al goal

La Lazio ancora senza Simone Inzaghi in panchina, fermato dal Covid-19 per la seconda gara consecutiva, ha affrontato il Benevento di Filippo Inzaghi. Il match si è messo subito bene con la giocata di Immobile intercettata da Depaoli e la palla che è finita in rete.

Lazio-Benevento 5-3Il goal non è stato assegnato a Ciro, che al 20’ ha ufficialmente interrotto il suo digiuno siglando il 2-0. La gara si è messa in discesa anche perché poco dopo la mezzora Correa si è guadagnato e poi ha trasformato il rigore del 3-0.

Prima del duplice fischio il Benevento ha accorciato con Sau. Ad inizio ripresa Correa in contropiede ha messo a segno il 4-1 ma il goal è stato propriamente un autogoal, a causa della deviazione decisiva di Montipò.

Finale incredibile

A questo punto del match niente e nessuno poteva mettere in discussione la vittoria laziale ma dal 55’ in poi è iniziata una altra gara, soprattutto dopo il rigore fallito da Immobile.

Infatti pochi minuti dopo, dall’altra parte Viola non ha fallito dal dischetto ed ha firmato il 4-2. Sulle ali dell’entusiasmo immediatamente il Benevento ha messo a segno anche il goal del 4-3 con Lapadula ma poi la rete è stata annullata al VAR.

Adotta Abitare A

Lazio-Benevento 5-3Il 4-3 è arrivato comunque al 85’ con Glik, che ha galvanizzato gli ospiti, alla ricerca del clamoroso 4-4.

Nel finale della gara e nel lungo recupero la Lazio ha stretto i denti e solo all’ultimo secondo Immobile in contropiede è riuscito a chiudere definitivamente la contesa.

Le pagelle di Lazio-Benevento 4-3

LAZIO

Reina 6 – Ha subito tre goal con poche responsabilità all’attivo.

Marusic 5.5 – Tutto sommato non ha demeritato ma con una leggerezza ha causato il penalty del 4-2, che ha consentito al Benevento di tornare in partita.

Acerbi 5.5 – Partita difficile, in area non è stato insuperabile soprattutto nel gioco aereo sui calci piazzati.

Radu 6.5 – Non ha commesso errori al contrario di molti sui compagni.

Lazzari 5.5 – Poco incisivo e preciso nelle sue scorribande sulla destra.

Milinkovic 6.5 – Il sergente è stato l’uomo in più della Lazio soprattutto fino al 55’ quando la Lazio vinceva per 4-1.

Leiva 6 – Giocando ogni 7 giorni ha maggiori possibilità di recupero.

56′ Parolo 6.5 – Quando il match ad un certo punto si è fatto complicato e la paura ha tagliato le gambe ai compagni, ha indossato l’elmetto e si è messo in trincea, in difesa dei tre punti.

Luis Alberto 6.5 – Per lui tante giocate di qualità e sempre nel vivo del gioco.

70′ Akpa Akpro 5.5 – Appena entrato si è fatto ammonire e la sua gara è durata poco più di 15’.

86′ Hoedt sv.

Fares 6 – Questa volta sulla sua fascia di competenza ha spinto con una certa costanza.

56′ Lulic 5.5 – Il capitano di mille battaglie ha commesso qualche errore soprattutto nella fase più concitata del match.

Lazio-Benevento 5-3Correa 7 – La difesa allegra del Benevento gli ha permesso di fare una buona gara soprattutto dal punto di vista realizzativo.

70′ Muriqi 6 – Il suo ingresso è servito solo per tenere alta la squadra.

Immobile 7.5 – Il digiuno è terminato, finalmente è tornato a bucare la rete con una doppietta che poteva essere anche una tripletta se non avesse fallito il rigore del possibile 5-1.

All. Massimiliano Farris 6 – La Lazio ha vinto anche questa gara con il patema d’animo. In vista del rush finale i tre punti sono stati la cosa più importante, insieme ai goal ritrovati di Immobile.

BENEVENTO

Montipò 5; Depaoli 5, Glik 6, Barba 5,5, Letizia 5 (57’ Caldirola 5,5); Improta 5, Schiattarella 5 (57’ Viola 6,5), Ionita 6 (78’ Falque 6.5); Insigne 5,5, Sau 6,5 (46’ Dabo 6); Gaich 4,5 (57’ Lapadula 6,5). All. Filippo Inzaghi 6.5.

Il tabellino di Lazio-Benevento 5-3

Marcatori: 10′ aut. Depaoli (B), 20′, 90+6′, Immobile (L), 37′ rig. Correa (L), 45′ Sau (B), 48′ aut. Montipò (B), 63′ rig. Viola (B), 85′ Glik (B).

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (56′ Parolo), Luis Alberto (70′ Akpa Akpro, 86′ Hoedt), Fares (56′ Lulic); Correa (70′ Muriqi), Immobile. A disp. Strakosha, Alia, Musacchio, Patric, Cataldi, Escalante, Pereira. All. Massimiliano Farris.

BENEVENTO (4-4-2): Montipò; Depaoli, Glik, Barba, Letizia (57′ Caldirola); Insigne, Schiattarella (57′ Viola), Ionita (78′ Falque); Improta; Sau (46′ Dabo), Gaich (57′ Lapadula). A disp. Manfredini, Lucatelli, Tello, Hetemaj, Di Serio, Pastina. All. Filippo Inzaghi.

Arbitro: Davide Ghersini (sez. di Genova). Assistenti: Rossi L., Bercigli. IV uomo: Di Martino. V.A.R.: Banti. A.V.A.R.: Di Vuolo.

NOTE. Ammoniti: 36′ Montipò (B), 50′ Schiattarella (B), 52′ Glik (B), 70′ Akpa Akpro (L), 90+3′ Parolo (L). Al 55′ Ciro Immobile ha fallito un calcio di rigore. Recupero: 1′ pt, 6′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti