Lazio-Bologna 2-0: vittoria e primato

Luis, il mago, ha regalato tre punti contro l’ex Mihajlovic, che lanciano i biancocelesti in cima alla classifica. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 1 Marzo 2020

La Lazio ha battuto il Bologna all’Olimpico ed è prima in classifica, nell’anticipo della 26^ giornata della Serie A Tim 2020.

AI biancocelesti sono bastati i primi minuti del match per avere ragione degli emiliani guidati dall’ex Sinisa Mihajlovic.

Il match è stato deciso dalle reti di Luis Alberto al 18’ e di Correa al 21’. Dopo solo ordinaria amministrazione con Immobile che ha sfiorato più volte la terza marcatura.

Fresco Market
Fresco Market

Per fortuna c’è il VAR!

Lazio-Bologna 2-0Nella ripresa la Lazio ha cercato di gestire il match e dietro ha ballato parecchio, soprattutto a causa dell’assenza di Acerbi.

Il Bologna infatti per ben due volte è andata in goal ma in entrambe le occasioni l’arbitro Abisso non ha convalidato le reti.

Nella prima occasione c’è stato il colpo di mano Denswil mentre nella seconda il replay ha evidenziato il fuorigioco di Palacio che poi ha servito l’assist per la rete di Tomiyasu.

Primato solitario

Lazio-Bologna 2-0Il pomeriggio dell’Olimpico ci ha regalato una Lazio prima in classifica in solitaria, con due punti sulla Juventus (che ha una partita da recuperare) e 8 sull’Inter (che deve recuperare due match).

Infatti gli effetti dell’epidemia del Coronavirus si fanno sentire anche sui campi di calcio, con il big match fra Juve ed Inter che è stato posticipato addirittura al 13 maggio.

Le pagelle di Lazio-Bologna 2-0

Strakosha 7 – La sua firma sul successo laziale, decisivo in almeno due occasioni anche da distanza ravvicinata.

Patric 6.5 – Il giovane spagnolo si sta rivelando un’arma in più per Inzaghi. Nel pomeriggio dell’Olimpico ha dimostrato una buona sicurezza che fa sorridere i tifosi.

Luiz Felipe 6.5 – Senza Acerbi si è caricato la difesa laziale sulle spalle anche concedendosi qualche rischio di troppo.

Radu 7 – Un’altra partita di sostanza e cuore. Ha commesso solo un errore sul goal di Tomiyasu ma per fortuna è intervenuto il VAR a rimettere le cose apposto.

Lazzari 6.5 – Dopo tre panchine da titolare è ritornato a correre come un forsennato sulla sua fascia destra.

Milinkovic 6,5 – Soprattutto nel primo tempo è stato insuperabile. È calato nella ripresa quando la Lazio ha badato più ad amministrare che ad attaccare.

Leiva 7 – Il brasiliano è stato onnipresente in ogni zona del campo.

Lazio-Bologna 2-0Luis Alberto 8 – La partita si può dire che l’ha vinta lui da solo. Fin dai primi minuti di gioco si era capito che il mago era in giornata di grazia, nonostante un dolore all’inguine. Oltre ad avere sfornato tante belle giocate ha aperto le marcature ed ha servito l’assist per il raddoppio di Correa.

60′ Parolo 6 – Inzaghi l’ha inserito nel momento in cui la squadra ha badato a difendere il doppio vantaggio.

Jony 6 – Lo spagnolo in questo momento di grazia è sembrato quello più in difficoltà nella rosa biancoceleste.

Correa 6.5 – L’argentino sigla goal difficili ma sbaglia quelli più facili. Ad inizio match ha fallito una clamorosa chance ma poi si è rifatto con il goal del 2-0 da posizione defilata.

74′ Cataldi 6 – Con il suo ingresso ha dato man forte al centrocampo in una fase di contenimento.

Immobile 6.5 – Si è dannato alla ricerca del goal fallendo occasioni che in altre gare non avrebbe fallito. Lo stadio in questi piccoli momenti di difficoltà l’ha acclamato ancora più forte.

83’ Caicedo sv.

All. Simone Inzaghi 7 – Tre punti con il minimo sforzo, la Lazio è matura e non soffre le vertigini. Il primo posto è il giusto premio al suo lavoro di quest’anni.

BOLOGNA

Skorupski 6; Tomiyasu 6,5, Bani 5,5, Danilo 5 (71’ Skov Olsen 6), Denswil 6; Poli 6, Schouten 6 (58’ Sansone 6); Orsolini 5,5 (58’ Santander 6), Soriano 5,5, Barrow 6,5; Palacio 6. All. Sinisa Mihajlovic 6.

Arbitro: Abisso (sez. di Palermo) 6,5.Lazio-Bologna 2-0

Il tabellino di Lazio-Bologna 2-0

Marcatori: 18′ Luis Alberto (L), 21′ Correa (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto (60′ Parolo), Jony; Correa (74′ Cataldi), Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Bastos, Silva, Vavro, D. Anderson, Lukaku, A. Anderson, Adekanye, Caicedo. All. Simone Inzaghi.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo (71′ Skov Olsen), Denswil; Poli, Schouten (58′ Sansone); Orsolini (58′ Santander), Soriano, Barrow; Palacio. A disp. da Costa, Sarr, Bonini, Corbo, Baldursson, Dominguez, Medel, Juwara. All. Sinisa Mihajlovic.

Arbitro: Abisso (sez. di Palermo). Ass.: Liberti e Bottegoni. IV Uomo: Robilotta. V.A.R.: Rocchi. A.V.A.R.: Del Giovane.

NOTE. Ammoniti: 4′ Bani (B), 11′ Schouten (B), 54′ Danilo (B), 64′ Santander (B), 83′ Radu (L). Recuperi: 1′ pt; 5′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti