Lazio-Fiorentina 2-1: vittoria importantissima

Dopo la sconfitta di Bergamo ripresa la marcia con un successo in rimonta sulla Viola. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 28 Giugno 2020

La Lazio dopo la doccia fredda di Bergamo è ripartita immediatamente, vincendo la gara dell’Olimpico contro la Fiorentina, valida per la 28^ giornata della Serie A Tim 2020. I biancocelesti, dopo essere passati in svantaggio, questa volta sono riusciti a rimontare il risultato ed a conquistare tre importantissimi punti. Ma soprattutto la Lazio è rimasta in scia della Juventus capolista.

L’uomo decisivo della serata dell’Olimpico è stato Luis Alberto, che ha siglato il goal vittoria all’83’ dopo che Immobile al 67’, su calcio di rigore, aveva pareggiato il goal iniziale di Ribery. La vittoria contro la Viola non è stata bellissima ma ha avuto un’importanza spaziale.

Ribery, la giocata del campione

La Lazio contro la Fiorentina ha approcciato diversamente rispetto alla gara persa contro l’Atalanta, ovvero gestendo le proprie forze per non arrivare al secondo tempo con l’acqua alla gola. I primi minuti di gioco sono stati per lo più tattici, con le due squadre che non si sono scoperte più di tanto.

Lazio-Fiorentina 2-1L’equilibrio è stato interrotto al 25’ dalla grande giocata di Ribery che in slalom ha superato la difesa laziale e con un gran tiro di destro ha infilato Strakosha, che si aspettava il tiro sul palo più lontano.

La reazione laziale è stata immediata con Parolo che ha costretto Dragowski al grande intervento, su azione d’angolo. Successivamente la Viola ha difeso con i denti il vantaggio, con i capitolini che ci hanno provato solo da calcio piazzato.

Al 44’ finalmente si è fatto vedere in avanti Immobile ma in quest’occasione è stato pescato in fuorigioco.

Rimonta di forza

Ad inizio ripresa La Fiorentina è andata vicinissima al raddoppio, colpendo una traversa con Ghezzal, sugli sviluppi di una ripartenza orchestrata da Ribery. Quest’occasione ha scosso la Lazio che ha capito che era giunto il momento di premere sull’acceleratore.

Lazio-Fiorentina 2-1 rigore ImmobileL’occasione giusta è arrivata al 67’ con Caicedo che si è guadagnato un calcio di rigore. Il panterone è stato atterrato in area Viola da Dragowski in uscita bassa. Sul dischetto si è presentato Immobile che da lì non ha sbagliato ed ha riequilibrato l’incontro.

Al 83’ la rimonta laziale si è completata con Luis Alberto che ha siglato il 2-1, con una rasoterra precisissimo da fuori area, che si è insaccato alle spalle di Dragowski.

Dopo la rete la Fiorentina ha tentato una timida reazione ma la Lazio si è messa a difesa del risultato. Gli attacchi Viola non hanno fatto male e gli uomini di Inzaghi, anche con un po’ di sofferenza finale, sono riusciti a portare a casa l’importante vittoria che tiene vivo il sogno tricolore.

Le pagelle di Lazio-Fiorentina 2-1

Strakosha 6 – Ha subito il goal da un grande campione che l’ha sorpreso sul palo opposto a quello che lui copriva.

Patric 6 – Ci ha messo la grinta necessaria ma ha commesso ancora qualche errore, come quello in cui si è fatto saltare troppo facilmente in occasione del vantaggio ospite.

Acerbi 6 – Il più in palla dei suoi. Anche lui si è fatto sorprendere con troppa facilità nell’azione della rete di Ribery.

Bastos 5 – Ha commesso due errori clamorosi in disimpegno, tanto da indurre Inzaghi a lasciarlo negli spogliatoi ad inizio ripresa.

46′ Radu 6 -L’esperienza ha risposto presente quando c’è stato da rimettere ordine in una difesa preoccupata dalla serataccia di Bastos.

Lazzari 6.5 – L’esterno laziale è stato quello che ha corso di più sulla sua fascia. Le azioni offensive infatti sono passate per i suoi piedi, anche se poi è mancata la precisione necessaria per trasformare quelle scorribande in azioni da goal.

81′ Marusic sv.

Milinkovic 6 – Non si è reso mai particolarmente pericoloso ma la sua presenza fisica si è fatta sentire lo stesso.

Parolo 6.5 – Ha iniziato cosi così ma poi è cresciuto alla distanza. Ha sfiorato anche in goal con un colpo di testa su azione d’angolo.

Lazio-Fiorentina 2-1 goal Luis AlbertoLuis Alberto 7 – Il mago ha pescato dal cilindro l’azione decisiva che ha regalato i tre importantissimi punti alla compagine biancoceleste

90′ D. Anderson sv.

Jony 5 – Continua ad essere l’elemento laziale più in difficoltà in questa fase di ripartenza post lockdown.

81′ Lukaku sv.

Caicedo 6.5 – Non è stato particolarmente pericoloso ma è stato l’attaccante che si è fatto vedere maggiormente dalle parti di Dragowski, tanto da guadagnarsi il penalty che ha consentito alla Lazio di pareggiare il match e poi di vincerlo.

68′ Correa 6 – Venti minuti a disposizione per lui in cui ha fatto poco anche perché era reduce da un affaticamento muscolare.

Immobile 6.5 – Il voto positivo solo perché ha siglato il 28° goal stagionale. Deve ritrovare la sua condizione atletica per spingere la Lazio verso traguardi impensabili fino ad un anno fa.

All. Simone Inzaghi 6.5 – Ha imparato la lezione di Bergamo facendo di necessità virtù, in questa fase in cui la condizione generale della squadra è deficitaria. Bisogna stringere, recuperare gli infortunati e gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Il tabellino di Lazio-Fiorentina 2-1

Marcatori: 25′ Ribery (F), 67′ rig. Immobile (L), 82′ Luis Alberto (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Bastos (46′ Radu); Lazzari (81′ Marusic), Milinkovic, Parolo, Luis Alberto (90′ D. Anderson), Jony (81′ Lukaku); Caicedo (68′ Correa), Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Jorge Silva, Armini, Vavro, Falbo, A. Anderson. All. Simone Inzaghi.

FIORENTINA (3-5-2): Drągowski; Milenković, Pezzella, Ceccherini (74′ Venuti); Lirola, Badelj (84′ Pulgar), Castrovilli, Dalbert (46′ Igor); Ghezzal, Cutrone (63′ Vlahović), Ribery (84′ Sottil). A disp. Terracciano, Dalle Mura, Terzić, Agudelo, Benassi, Beloko, Duncan. All. Giuseppe Iachini (in panchina Giuseppe Carillo)

Arbitro: Michael Fabbri (Sez. di Ravenna). Ass. Ranghetti – Galetto. IV uomo: Calvarese. V.A.R.: Mazzoleni. A.V.A.R.: Carbone.

NOTE. Ammoniti: 5′ Dalbert (F), 7′ Parolo (L), 24′ Milinkovic (L), 32′ Milenkovic (F), 45′ Bastos (L), 54′ Jony (L), 79′ Radu (L). Espulso al 95′ Vlahovic (F) e al 96′ mister Inzaghi. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti