Lazio-Sampdoria 2-2: tre punti buttati

Finale thrilling all’Olimpico e tre punti persi: sorpasso di Immobile al 96’ e pareggio al 99’ di Saponara. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 10 Dicembre 2018

La Lazio all’Olimpico, nella 15ª giornata della Serie A Tim, ha buttato via i tre punti contro la Sampdoria, dopo che in pieno recupero era riuscita a portarsi in vantaggio con il rigore di Immobile. Ma proprio allo scadere al 99’ Saponara, a difesa schierata, con il colpo dello scorpione ha pareggiato i conti mandando nello sconforto l’ambiente biancoceleste, reduce da quattro pareggi consecutivi.

Un vero e proprio suicido tattico dopo che con grande fatica la squadra è riuscita a pareggiare il goal nel primo tempo di Quagliarella ed a sorpassare la Samp con un rigore al 96’ al VAR. Ma nell’ultima azione dal match e con l’uomo in più i capitolini si sono fatti sorprendere dal goal ospite.Lazio-Sampdoria 2-2

Quaglia gol!

Negli undici iniziale Inzaghi ha tenuto Luis Alberto in panchina, schierando Caicedo al fianco di Immobile. La Lazio è partita bene trovando anche un goal ma annullato dall’arbitro Massa per off side di Patric.

Lazio-Sampdoria 2-2Ma la Sampdoria non è rimasta a guardare ed al 21’ con Quagliarella si è portata in vantaggia. L’attaccante blucerchiato con un tocco vincente ha messo dentro un assist di Murru. La reazione della Lazio è stata affidata all’estro di Immobile il quale in almeno due occasioni ha sfiorato il pareggio.

Finale da cuori forti

Nella ripresa la Lazio, alla ricerca del pari, ha dominato la gara e già nei primi minuti ha sfiorato la rete almeno in tre occasioni, con Patric, Lulic e Parolo. Al 52’ il mister ha inserito in campo Correa e Cataldi per Badelj e Caicedo. La Lazio ha creato tanto ma senza mai impensierire troppo la difesa avversaria.

Al 70’ si è resa pericolosa anche la Samp con Quagliarella ha impegnato Strakosha dalla distanza e poco dopo Audero è stato decisivo sul piazzato di Correa da posizione ravvicinata. Al 76’ è scattata l’ora di Lusi Alberto, con il mister che ha richiamato in panca Wallace per passare al 4-3-1-2.

Lazio-Sampdoria 2-2Al 79’ finalmente la svolta della gara con il colpo di tacco di Parolo, grazie al quale ha servito l’assist per il pareggio di Acerbi. Negli ultimi minuti la Sampdoria è rimasta in 10 a causa del doppio giallo a Bereszynski, dopo una trattenuta ai danni di Correa.

Sul conseguente calcio di punizione c’è stato un tocco di mano che Massa successivamente ha riguardato al Var. Dopo alcuni di minuti davanti al monitor l’arbitro ha indicato il dischetto del calcio di rigore, quando il cronometro è arrivato al 96’. Dagli undici metri è andato Immobile che ha trasformato il penalty con un destro potente all’angolino. I tre punti a questo punto sono sembrati al sicuro ma proprio nell’ultima azione la difesa laziale incredibilmente si è fatta sorprendere dalla giocata di Saponara. La gara così si è chiusa sul 2-2, nell’incredulità della gente laziale.

Le pagelle di Lazio-Sampdoria 2-2

LAZIO

Strakosha 5 – Non è stato impegnato particolarmente ma anche lui ha sulla coscienza il goal finale di Saponara.

Wallace 5 – Fuori posizione sul primo goal subito. Non è un difensore affidabile.

76′ Luis Alberto 6 – Ha calciato la punizione da cui è scaturito il calcio di rigore trasformato da Immobile.

Acerbi 5.5 – Partita perfetta con tanto di goal fino al 99’. La sua prestazione infatti è stata macchiata dall’errore di marcatura su Saponara, che è costata cara alla Lazio.

Radu 5.5 – Ha messo in campo solo la grinta e nulla più. Anche lui ha delle responsabilità sul goal di Quagliarella.

Patric 5 – Ha avuto qualche buona chance anche da goal ma ha commesso degli errori marchiani, anche negli stop più semplici.

Parolo 6 – Il Marco Nazionale ha servito l’assist per il pareggio di Acerbi, con un pregevole colpo di tacco.

Badelj 5 – I giocatori della Samp l’hanno superato con una regolarità disarmante.

Lazio-Sampdoria 2-252′ Correa 6 – Ilo suo ingresso ha dato sicuramente una scossa ma il Tucu davanti ad Audero ha sbagliato troppo.

Milinkovic 4.5 – Ormai le sue prestazioni insufficienti non fanno più notizia. È stato insistente, soprattutto nel primo tempo.

Lulic 5.5 – Molto meglio in fase offensiva perché quando c’è stato da difendere si è addormentato in tutti e due i goal ospiti.

Caicedo 5 – Non ha mai tritato in porta, eppure di professione fa l’attaccante.

52′ Cataldi 6 – Da un suo corner è nato il goal del pari firmato da Acerbi.

Immobile 7 – SI è caricato la squadra sulle spalle, di gran lunga il migliore dei suoi. Nel finale ha calciato un rigore pesantissimo che però non ha portato ai tre punti sperati.

All. Simone Inzaghi 5.5 – Il pareggio subito non è stato un episodio sfortunato perché goal del genere si subiscono quado nella squadra manca la mentalità vincente.

SAMPDORIA

Audero 7; Bereszynski 5, Colley 6,5, Andersen 6, Murru 6.5; Praet 6.5 (Jankto sv), Ekdal 6, Linetty 6; Ramirez 6 (Saponara 7.5); Caprari 6 (Kownacki 6.5), Quagliarella 6.5. All. Marco Giampaolo 6.

Arbitro: Massa di Imperia 6.5.Lazio-Sampdoria 2-2

Il tabellino di Lazio-Sampdoria 2-2

Marcatori: 21′ Quagliarella (S), 79′ Acerbi (L), 96′ rig. Immobile (L), 99′ Saponara (S).

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace (76′ Luis Alberto), Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Badelj (52′ Correa), Milinkovic, Lulic; Caicedo (52′ Cataldi), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Bastos, Caceres, Durmisi, Lukaku, Berisha, Murgia. All.: Simone Inzaghi.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Praet (70′ Jankto), Ekdal, Linetty; Ramirez (82′ Saponara); Caprari (65′ Kownacki), Quagliarella. A disp.: Rafael, Belec, Ferrari, Tonelli, Rolando, Sala, Tavares, Vieira, Defrel. All.: Marco Giampaolo.

Arbitro: Davide Massa (sez. Imperia). Ass.: Valeriani – Di Vuolo. IV uomo: Illuzzi. VAR: Pairetto. AVAR: Manganelli.

NOTE. Ammoniti: 40′ Bereszynski (S), 45′ Immobile (L), 57′ Audero (S), 69′ Wallace (L), 90′ Linetty (S), 101′ Saponara (S). Espulso: 92′ Bereszynski (S). Recupero: 2′ pt; 5′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti